Arte natura c’è il catalogo della biennale di Mariano. Venerdì alle 21 Elena Isella presenta il catalogo “Gallery Sweet Gallery outdoor – II edizione 2017” per “ripercorrere” i momenti salienti dell’esposizione “en plain air” svoltasi questa primavera a Mariano. Durante l’incontro verrà proiettato anche un video di Jarno Longoni dedicato alla mostra. L’appuntamento è nella sala civica di piazza Roma a Mariano Comense.

Arte natura c’è il catalogo della biennale di Mariano

Gallery Sweet Gallery OUTDOOR è una biennale di arte contemporanea. Sculture e installazioni realizzate con materiali naturali o di recupero sono esposte in un parco nella brughiera briantea. Le opere sono allestite in una galleria speciale: un ampio terreno agricolo nella zona collinare di Mariano Comense in provincia di Como. L’esposizione è definita da un’opera site specific realizzata da un artista su invito e dalla selezione di opere scelte per bando di concorso.

 

La galleria d’arte

Le opere d’arte ecologica sono state esposte in una galleria speciale. Si tratta di un ampio terreno agricolo a Mariano Comense in provincia di Como. Al centro si trova un antico roccolo di carpini, non più mantenuto in forma ma ancora chiaramente leggibile, fiancheggiato da betulle, pini marittimi, robinie. A ovest si estendono, tra il prato, un breve filare di giovani alberi da frutto, una porzione coltivata a orto e gruppi di pini argentati. A est vi è un’area a prato e alberi ad alto fusto, quali pini e abeti. L’accesso al roccolo, centro focale dell’ambiente, avviene tramite un breve viale di cipressi. Percorrendo un sentiero sterrato, ai margini di un vivaio, si accede a un altro terreno erboso lambito su un fianco da un viale di betulle. Era una galleria d’arte speciale dove il soffitto è il cielo e le pareti sono rami e foglie. Gli ambienti cambiano con il cambiare delle stagioni.

Leggi anche:  Pista ghiaccio: l'esibizione del sindaco vince in simpatia VIDEO

L’esposizione

In primavera, a cadenza biennale dal 2015, Gallery Sweet Gallery OUTDOOR si propone ai visitatori amanti dell’arte e della natura. Su invito, un artista è chiamato a esporre un’opera di arte sostenibile, con un intervento site specific nel parco. In parallelo è bandito un concorso che permette di selezionare lavori originali in cui dovrà essere presente, nell’ideazione e/o nella realizzazione, elementi naturali organici e/o inorganici in qualsiasi stato di manifestazione (solido, liquido, aeriforme) o materiali di recupero. La capacità delle opere di dialogare con l’ambiente del parco è tra i criteri privilegiati per stilare una graduatoria e scegliere l’opera vincitrice. La giuria è composta da: due curatori, un collezionista, un gallerista e un cittadino marianese individuato per sorteggio. Aggirarsi tra le opere in mostra è naturale come passeggiare nei boschi.