Non torneranno sotto gli olmi del parterre di Villa Olmo le panchine circolari.

Niente più panchine circolari a Villa Olmo

Questa sera il consigliere di minoranza Ada Mantovani ha portato in Consiglio comunale la questione delle panchine circolari sotto gli olmi. In tanti dall’annuncio dell’assessore Marco Galli che non sarebbero state ripristinate dopo la riqualificazione si sono lamentati, chiedendone il ripristino. A farsi portavoce nell’assemblea cittadina il consigliere della lista Rapinese sindaco che spiega: “Mi sono informata con un esperto del settore che mi ha spiegato che il ripristino delle sedute non intaccherebbe la salute delle piante. Mi piacerebbe pensare ad una Amministrazione che sa pensare anche alle piccole cose, che parla di qualcosa che è sentito e voluto dalla gente. Amministrare significa anche ascoltare. La mia mozione è apolitica ma coglie il sentire comune”. 

Sul tema quindi ha replicato il consigliere dem Patrizia Lissi che ha sottolineato che le panchine non rientrano nel nuovo progetto del parco di Villa Olmo perché influenzano negativamente gli olmi, già sofferenti. “Gli olmi, così come le loro radici, sono compromessi per potature sbagliate e un terreno non buono. Sono molto delicati. Ci saranno decine di panchine, però mobili. Le panchine circolari invece credo che si possano riutilizzare altrove”. 

Quindi ha spiegato il futuro del parco e delle panchine l’assessore alla partita Marco Galli. “I tecnici mi hanno dato conferme sulle sofferenze delle piante. Non verranno quindi rimesse le sedute circolari ma verranno posizionate 15 panchine mobili nel parterre, 15 nel parco all’inglese e 15 panchine fisse. Quelle che verranno rimosse saranno invece riutilizzate tra l’orto botanico e le serre”.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU