Mercoledì 25 aprile un cabiatese aveva aggredito un controllore di Trenord, minacciandolo col coltello. L’assessore regionale alla Sicurezza ha commentato l’accaduto.

Aggressione capotreno: la vicenda

Il diciottenne marocchino, già noto alle Forze dell’ordine per reati contro la persona e per spaccio di sostanze stupefacenti, era salito sul treno pur essendo sprovvisto del titolo di viaggio. Porte bloccate, il treno si è fermato a Seveso dove i militari lo hanno arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

De Corato: “Assalti da Far West”

“Questo è solo l’ultimo episodio di violenza che riguarda convogli e stazioni, personale di carrozza a viaggiatori: i treni sono considerati dai criminali come “terra di nessuno”, dove agire per rubare, scippare, spacciare. Siamo agli assalti come nel Far West. Chiediamo al Ministro Minniti di fare richiesta al Ministero della Difesa per avere le pattuglie modello Strade Sicure su convogli e stazioni della Lombardia. Occorre una presenza costante e significativa” A  dichiararlo è stato Riccardo De Corato, assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale.