Clochard Como: Rifondazione comunista chiede le dimissioni del sindaco Mario Landriscina.

Clochard Como, continua lo scontro

“L’ordinanza emanata dal sindaco Mario Landriscina, sostenuto da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, viola i principi fondamentali della Costituzione”. Comincia così l’attacco di Rifondazione comunista-Sinistra europea. “Pensare che, anziché combattere le cause della povertà, il compito di un sindaco sia quello di nascondere l’esistenza dei poveri è un fatto gravissimo”.

Posizione chiara

“Dal famigerato prima gli italiani cavallo di battaglia della lega di Salvini si è passati al prima i ricchi. Evidentemente i poveri, anche se italiani, disturbano gli acquisti natalizi. Crediamo che tutto questo sia inaccettabile e che un sindaco, una volta eletto e dopo aver giurato sulla Costituzione antifascista, debba impegnarsi a tutelarne i principi. Per tali ragioni il nostro partito reputa Mario Landriscina non idoneo a ricoprire la carica di primo cittadino e ne chiede quindi le immediate dimissioni”.