A Como è in programma un convegno sulle missioni spaziali con una relatrice d’eccezione, la prima donna ingegnere aeronautico.

Missioni spaziali: “Sarà il primo evento per la collettività”

“Le missioni spaziali: un mestiere da ingegnere”. E’ questo il titolo del convegno promosso dall’Ordine degli Ingegneri comaschi per il prossimo 13 aprile, alle ore 21, nell’aula magna di via Castelnuovo.

“In base agli obiettivi che ci siamo posti e in occasione della nostra assemblea annuale degli iscritti che si terrà proprio il 13 aprile – ha spiegato Mauro Volontè, presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Como – abbiamo voluto organizzare un primo evento aperto a tutta la collettività sull’ingegneria aerospaziale. Lo scopo del convegno è di dimostrare che l’ingegneria non riguarda solo il campo civile, come le strutture o l’idraulica, ma abbraccia molti settori come la meccanica, le telecomunicazioni e l’informatica. Per effettuare una missione spaziale, ogni settore dell’ingegneria riveste un ruolo fondamentale”.

Ospite d’onore Amalia Ercoli Finzi

L’incontro vedrà come relatrice la professoressa Amalia Ercoli Finzi, prima donna italiana ingegnere aeronautico. Ad oggi è ritenuta una delle massime esperte internazionali nel settore aerospaziale. La professoressa è infatti consulente scientifico di NASA, ASI ed ESA ed è stata responsabile della missione Rosetta, la sonda spaziale che ha trasportato lo strumento SD2 su una cometa per approfondire gli studi sulle stelle.

Leggi anche:  Festa della Liberazione a Cantù le celebrazioni FOTO e VIDEO

“Amalia Ercoli Finzi presenterà le sue ricerche e tra queste l’ancoraggio di veicoli in orbita, il controllo di veicoli spaziali di rientro e gli strumenti per missioni spaziali interplanetarie – ha aggiunto il presidente Volontè – Parlerà anche dell’inserimento delle donne nel mondo dell’alta tecnologia, che richiede creatività, intuizione, curiosità e dedizione. Doti che ben si coniugano al femminile e che dovrebbero favorire la presenza delle donne in posizioni ai vertici del settore”. Da rilevare, in questo contesto, che le donne all’Ordine nel comasco sono circa il 10% del totale.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU