Un doppio caso di truffa dell’acqua nel giro di poche ore. Uno a Pusiano, l’altro a Ponte Lambro. Finti tecnici del Comune si sono introdotti in casa e portato via denaro e gioielli a due anziani.

Truffa dell’acqua inquinata

Il primo caso a Ponte Lambro, ai danni di un’ottantenne. Il secondo, solo poche ore dopo nella giornata di giovedì 7 giugno, a Pusiano. Vittima in questo caso un uomo di 70 anni. In entrambi i casi il malintenzionato, che potrebbe essere la stessa persona, si è presentata come un tecnico comunale. Con la scusa dell’acqua inquinata è entrato in casa e ha fatto collocare “per sicurezza” il denaro di casa e i gioielli nel frigorifero. Quindi il furto: tra il primo e il secondo caso, il criminale ha rubato circa 2mila euro. La medesima procedura, nella giornata di mercoledì 6 giugno, era stata tentata con un’anziana di Fino Mornasco. La donna però, insospettita, ha chiamato la nuora e il 112 mettendo in fuga il malintenzionato.

Tutti i dettagli su il Giornale di Erba da oggi, sabato 9 giugno, in edicola 

Leggi anche:  Under 16 Cantù vola in finale: stasera si gioca lo scudetto

DA CELLULARE, SCARICA LA APP DEL GIORNALE PER SFOGLIARE L’EDIZIONE e da Pc clicca qui