Elezioni 2018: muro imbrattato al cimitero di Cantù.

Imbrattato un muro

“La mamma dei cretini è sempre incinta. Oppure chi mi vuol male le prova tutte”. Così Claudio Bizzozero, ex sindaco di Cantù e attuale candidato alla Camera per il Grande Nord, scrive su Facebook. “Mi ha scritto questa mattina un amico: “Ciao Claudio, ieri mi sono recato al cimitero ed ho trovato imbrattato il muro del cimitero (bene comune della città)”. Non so chi sia l’autore di questa scritta, ma chiunque sia lo ha certamente fatto per produrmi un danno”. Sul muro, infatti, c’è scritto proprio “Grande Nord”, il partito per il quale si presenta Bizzozero.

Immediata la denuncia

“Ho immediatamente provveduto a presentare regolare denuncia contro ignoti e ad accordarmi col dirigente lavori pubblici del Comune per cancellare la scritta”. Ecco cosa ha scritto l’ex sindaco alla Polizia locale e ai dirigenti comunali: “Questa mattina mi è stato segnalato che nottetempo ignoti vandali hanno imbrattato un lato estremo del muro di via Brighi del cimitero comunale, con una scritta (per fortuna non di grandi dimensioni) inneggiante il movimento politico di cui io sono coordinatore provinciale. Poiché nessun aderente al nostro movimento può aver fatto una cosa del genere e poiché questo gesto rischia di portare danno al movimento da me rappresentato, segnalo alle S.V. quanto sopra e presento formale denuncia contro ignoti in merito a quanto in oggetto”. 

L’ex sindaco pagherà l’imbianchino

Claudio Bizzozero è poi andato oltre: “La scritta verrà cancellata oggi stesso alle ore 18 a mie spese, col tramite di un imbianchino. Spero che l’autore di questo insano gesto non ne farà altri nei prossimi 15 giorni perché le mie capacità economiche non mi consentiranno di sistemare tutti gli eventuali danni che dei cretini (certamente miei avversari) possano arrecare alla cosa pubblica. Ho fatto tre campagne elettorali prima di questa e mai nessuno di noi ha compiuto atti simili, mentre spesso ne abbiamo subiti. Questi non sono metodi che mi riguardano né riguardano amici miei. Chi mi conosce lo sa bene. Oltretutto ho fatto il sindaco ed in tale veste ho combattuto imbrattatori simili. Scoprissi chi è stato lo prenderei a calci nel sedere”.