Plebiscito per Alessandro Fermi (Forza Italia) rieletto consigliere regionale con ben 8.229 preferenze.

Terzo più votato in Lombardia

Alessandro Fermi, consigliere regionale uscente di Forza Italia, è stato rieletto consigliere regionale. Complessivamente ha ricevuto 8.229 preferenze: è stato il candidato più votato in assoluto della provincia di Como, il terzo più votato in tutta la Lombardia tra le fila di Forza Italia. L’ex sindaco di Albavilla ha raccolto molti voti in tutti i Comuni comaschi.

Le prime parole

“Non mi aspettavo di ricevere così tante preferenze – ha dichiarato Fermi al nostro Giornale – E’ stata una grande soddisfazione per me soprattutto se la paragoniamo ai risultati degli altri candidati. Un  risultato che mi inorgoglisce e che mi fa piacere ma soprattutto mi fa sentire un forte senso di responsabilità verso le persone che mi hanno dato fiducia”. Fermi tornerà a sedere nei banchi del Consiglio Regionale a fianco del neo-eletto presidente Attilio Fontana.

Il possibile assessorato

“L’assessorato? E’ presto per parlarne perché bisognerà prendere in considerazione anche i numeri degli altri candidati. Certo, essere il terzo candidato più votato di Forza Italia in Lombardia è un elemento che può pesare nella valutazione”, aggiunge Alessandro Fermi che nel suo paese ha fatto il pieno. “Forza Italia ad Albavilla è stato il partito più votato. Ma l’aspetto che più mi piace sottolineare è che sono riuscito ad ottenere tante preferenze in tutti i Comuni della provincia di Como. Per questo motivo ringrazio tutti gli elettori che mi sono stati molto vicini”.

Leggi anche:  Il programma delle serate senza traffico di Cernobbio

Il commento sul risultato di Forza Italia

Alessandro Fermi commenta anche i risultati di Forza Italia: “La provincia di Como, insieme a quella di Pavia, è quella dove Forza Italia ha preso il maggior numero di voti in Lombardia – dice – Siamo arrivati al 16%, un risultato che era in linea con le nostre aspettative fondate sui sondaggi dei mesi che hanno preceduto le elezioni”.