Colpo di scena: la sala teatro nell’ex Tribunale di Erba si farà.

L’annuncio del sindaco

L’annuncio è arrivato questa mattina dal sindaco Veronica Airoldi: “Ho incontrato personalmente l’assessore regionale Cristina Cappellini per chiederle se era possibile modificare il progetto originario – ha dichiarato il primo cittadino di Erba – Le abbiamo proposto modificare le poltroncine e di creare un palcoscenico. Secondo il progetto iniziale ci sarebbero costate 80 mila euro, così riusciremo a risparmiare molti soldi”.

Destinazione d’uso invariata

La destinazione d’uso della sala resterà invariata. “L’assessore ci ha detto che queste modifiche sono possibili a patto che la destinazione della sala rimanga invariata. Quindi servirà prevalentemente ad ospitare degli spettacoli ma abbiamo chiesto alla Regione di poterla utilizzare anche per mostre e altre attività culturali”.

Contributo salvo

Il contributo di Regione Lombardia di 113.470 euro, assegnato al Comune per il progetto, è dunque salvo. Questa sera, durante il Consiglio comunale, il sindaco Airoldi annuncerà ufficialmente il sì di Palazzo Majnoni agli altri amministratori comunali. La vicenda aveva fatto molto discutere nei giorni scorsi: alcuni membri della maggioranza non erano favorevoli alla creazione di una sala teatro nell’immobile di San Maurizio e l’accettazione del contributo sembrava in bilico.

Leggi anche:  Benemeriti a Mariano ecco chi sono

L’appello del sindaco

Di recente, un gruppo di cittadini si era mobilitato con una petizione (sia online che cartacea) per convincere la Giunta ad accettare il finanziamento e realizzare la sala teatro. Negli ultimi dieci giorni sono state raccolte 775 firme di cittadini a sostegno del progetto e altre ancora se ne stanno raccogliendo oggi, lunedì 4 dicembre. Il sindaco Airoldi rivolge un appello ai sottoscrittori: “Mi auguro che coloro che hanno proposto la raccolta-firme si attivino per aiutarci a reperire i fondi necessari a completare l’opera, magari con una campagna di crowdfunding”.

Inps attivo da stamattina

Intanto, da questa mattina nell’ex Tribunale si sono trasferiti anche gli uffici dell’Inps. L’Agenzia delle Entrate aveva aperto qualche settimana fa. A gennaio del prossimo anno, invece, dovrebbe riaprire anche il bar.