Ginnica 96 esulta per tre giovani atlete premiate.

Ginnica 96 sotto i riflettori a Como

Ieri sera 5 dicembre nell’auditorium del Don Guanella di Como la Festa dello sport -Natale dell’atleta. Iniziativa indetta dal Comune di Como. Ciascuna società era pregata di inviare, scegliendo fra le proprie atlete, tre nominativi. Non solo per meriti sportivi ma soprattutto per meriti morali. Di conseguenza Asd Ginnica 96 ha deciso di inviare i nominativi non segnalando vincitrici di medaglie. Spazio ad atlete meritorie di essere segnalate per i valori delle stesse sul piano soprattutto etico ed umano.

Tre ragazze meritevoli

Per la sezione ginnastica artistica: Valentina Rizzi di Olgiate Comasco. Sia per la costanza e l’impegno quotidiano negli allenamenti che per il risultato ai campionati nazionali di giugno (quarto posto). E per il comportamento meritevole di menzione. Per la sezione ginnastica artistica: Vittoria Sartori di Capiago per la serietà con cui affronta il suo l’impegno sportivo, non mancando mai agli allenamenti. Soprattutto ora che, pur avendo subito un infortunio per cui dovrà stare ferma parecchio tempo, si presenta regolarmente alle lezioni assistendo al lavoro delle compagne sia nelle sede di allenamento che in gara incoraggiandole con grande fair play. Per i corsi di base: Rachele Cavallini di Olgiate Comasco per la passione dimostrata verso le discipline ginniche, per il comportamento sempre esemplare verso compagne e istruttrici. E non ultimo per essersi messa a disposizione con generosità dedicando tempo alle atlete più piccole,  affiancando la propria allenatrice. Questo, nell’intento di aiutarle a farle crescere tecnicamente. Rachele fa tutto ciò con amore, rispetto e grande educazione. Esempio positivo, nonostante la sua giovane età, di trasmissione dei sani valori dello sport cui la Asd Ginnica 96 mira da sempre, prima ancora dei risultati tecnici.

La soddisfazione della direttrice tecnica

“E’ stata una bella manifestazione che ha dato lustro alle atlete meritevoli. Erano presenti il presidente del Coni di Como, l’assessore allo sport e i responsabili dell’ufficio Sport del Comune di Como e varie altre personalità”, commenta la direttrice tecnica Antonella Larotonda.