Licenziamento collettivo. La pessima sorpresa è arrivata nella giornata di venerdì per i 40 lavoratori della stamperia “Luce”, con sede in via Boscone a Olgiate Comasco. E’ stata aperta la procedura di mobilità. Nessuno si aspettava una mossa del genere da parte della proprietà: né i dipendenti, né il sindacato.

Oggi il presidio

Nella giornata di venerdì è stato proclamato immediatamente lo sciopero ed è stata indetta l’assemblea con i lavoratori della stamperia. Oggi, lunedì 15 gennaio,è andato in scena un presidio all’esterno della ditta in via Boscone. Il presidio si è concluso poco dopo mezzogiorno.

Il sindaco di Olgiate

Intorno alle 11 è arrivato anche il sindaco di Olgiate Comasco, Simone Moretti. Il proprietario l’ha ricevuto in sede.

Situazioni drammatiche

Molti lavoratori raccontano di avere un mutuo aperto da poco, anche da un solo anno. Nulla lasciava presagire una decisione così drastica da parte della proprietà.

L’incontro

Nel pomeriggio ci sarà un altro appuntamento importante. Alle 14.45 infatti è previsto un incontro tra sindacato e proprietà. La richiesta del sindacato è categorica: sospendere la procedura di mobilità. E mettere in campo tutte le possibili tutele per chi ha perso il posto di lavoro.

Leggi anche:  Rifiuta la proposta "indecente" da 45mila euro per il suo cane