Sono state apportate al sistema del servizio di Agenda Passaporto disponibile sul sito della Polizia di Stato, nella sezione dedicata, le modifiche con l’innovazione della funzionalità che consente ai cittadini, genitori o tutori di minori di anni 14, di richiedere online l’autorizzazione a far viaggiare i minori affidandoli ad un accompagnatore.

Minori in viaggio con accompagnatore: le novità

Dal 6 aprile scorso è stata avviata tale sperimentazione in tre Questure pilota, tra cui quella di Como. Si abbattono i tempi di perfezionamento dell’istruttoria amministrativa, visto che il cittadino può inserire direttamente i dati richiesti dal portale preposto, acquisire la relativa ricevuta di inoltro ed annessa modulistica da presentare, debitamente firmata, allo sportello dell’Ufficio Passaporti successivamente al ricevimento di e-mail di notifica da parte del predetto ufficio, ove è indicata la data da cui la dichiarazione sarà pronta al ritiro.

Liste d’attesa meno lunghe

La procedura consentirà di abbattere non solo i tempi di perfezionamento dell’istruttoria, ma anche i tempi di produzione e rilascio delle dichiarazioni di accompagno, riducendo le attese da parte dei cittadini, che ne faranno richiesta. A fronte del minor tempo che dovrà essere dedicato all’istruttoria e perfezionamento delle istanze delle dichiarazioni di accompagno, si determineranno riflessi positivi nella produzione del rilascio dei passaporti.

Leggi anche:  Cannabis al supermercato la scelta di Lidl in Svizzera

E chi non ha un pc?

I cittadini che non dispongono di sistemi informatici, potranno accedere alla registrazione dei dati rivolgendosi ai Comuni ed alle Stazioni dei Carabinieri, competenti per territorio, aderenti al progetto. Al termine del periodo di sperimentazione, si procederà ad una valutazione e risoluzione delle eventuali criticità e all’estensione del servizio in ambito nazionale.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU