Sono passati solo pochi mesi. Troppo troppo troppo presto perché si possa anche solo pensare che la ferita sia rimarginata. La mancanza è reale, il vuoto immenso, il dolore non si è affievolito per nulla. C’è però la forza di riprendere il corso delle proprie vite e di mettere in piedi un’iniziativa per stringersi ancora una volta attorno alla famiglia di Antonella Sabatino. La donna marianese, mamma di due figli, un maschio di 18 anni e una femmina di 13, è morta in una tragedia senza appello, autrice di un gesto disperato. Era il 16 novembre 2017, veniva travolta da un treno.

Muore mamma, un torneo di volley per ricordarla

Ora sono i compagni di squadra, della «MTV», una formazione amatoriale di pallavolisti e pallavoliste, che hanno deciso di ricordare Antonella in un torneo. Sotto rete ci sarà modo di ribadire quel legame di amicizia che da anni ormai, ogni martedì, faceva riunire la squadra al palazzetto di Carugo. Antonella amava questo sport e non mancava mai l’appuntamento. Il torneo si gioca domenica al palazzetto di Carugo. I ricavati del torneo saranno devoluti al Giardino di Luca e Viola.