Pallacanestro Cantù sempre più nella bufera.

Paladesio off limits?

La delibera del Comune di Desio è stata pubblicata ieri sul sito. Il titolo è già fin troppo esaustivo: “Pallacanestro Cantù spa. Esercizio abusivo di pubblico trattenimento. Ordine di cessazione”. In poche parole: la Pallacanestro Cantù non può più giocare le partite casalinghe al Paladesio. Il motivo? Pare non sia legato al mancato pagamento del palazzetto, ma una mancanza di autorizzazioni. Il Comune, dunque, ordina “la cessazione immediata dell’attività esercitata dalla Pallacanestro Cantù presso il Paladesio”.

Che succederà ora?

Sempre nella medesima delibera, inviata anche alla presidente Irina Gerasimenko, il Comune di Desio informa che “contro il presente provvedimento è proponibile ricorso avanti al Tar”. Iter ovviamente molto lungo, che non consentirebbe alla squadra canturina di giocare la partita casalinga di sabato sera. Dalla società, però, fanno sapere che già oggi ci sarà un incontro tra i vertici societari e la Giunta di Desio e si dicono ottimisti sulla soluzione della situazione in tempi brevi.