Gli amici, si sa, sono un dono prezioso della vita. Arianna Risoli ed Emanuele Piana lo sanno molto bene: sono stati proprio loro, infatti, a farli incontrare per la prima volta. Questa settimana vi vogliamo raccontare la storia di questi due giovanissimi canturini, che hanno deciso di coronare il loro sentimento a febbraio del 2018 con una cerimonia classica e un viaggio di nozze un po’ diverso dal solito.

Arianna, come è nata la vostra storia d’amore? 
“La nostra storia è nata grazie ad alcuni amici in comune. Ci siamo conosciuti proprio tramite loro. E ora sono ormai più di 9 anni che stiamo insieme”.
Come è avvenuta la proposta di matrimonio?
“Ne parlavamo già da un po’, ma la proposta è arrivata quando siamo andati in vacanza a Valencia. Era il 10 febbraio e lui ha voluto approfittare dell’atmosfera romantica della Ciudad de les arts. Io non ho potuto che dire di si!”.
Dove verrà celebrato il matrimonio? 
“La cerimonia si terrà precisamente il 10 febbraio e verrà celebrata nella chiesa di Vighizzolo. Il ricevimento invece abbiamo deciso di farlo a Villa Orsini Colonna, a Imbersago”.
Sarà una cerimonia classica o un po’ più particolare? 
“Siamo una coppia a cui non piacciono i particolari stravaganti. Preferiamo la semplicità. Proprio per questo motivo anche il nostro matrimonio abbiamo deciso di organizzarlo nella maniera più classica”.
State trovando delle difficoltà nell’organizzazione del matrimonio?
“Devo dire che l’organizzazione sta andando davvero bene. Non abbiamo avuto particolari difficoltà nonostante il tempo sia ormai davvero poco”.
Avete già organizzato il viaggio di nozze?
“Sì e abbiamo deciso di organizzare un tour in Asia. Toccheremo diverse città: Singapore, Bangkok, vedremo il Triangolo d’Oro e, infine, Dubai. Abbiamo preferito visitare delle città e ammirare la loro architettura piuttosto che andare al mare come solitamente si sceglie in questi casi”.
Il vostro amore è nato da un colpo di fulmine o lo avete costruito piano piano?
“Per Emanuele è stato un colpo di fulmine, mentre per me il sentimento è cresciuto con il passare del tempo”.
Come saranno i vostri abiti? 
“Il mio abito l’ho già scelto da mesi. Mi ha colpito fin dal primo momento in cui l’ho visto! Emanuele invece deve ancora sceglierlo: inizialmente gli piaceva un completo color melanzana, ma gliel’ho bocciato!”.
Cosa avete in programma per il vostro futuro?
“Preferisco non dire niente sul futuro. Non abbiamo piani e vogliamo affrontarlo passo a passo insieme”.
(Giornale di Cantù, sabato 2 dicembre)

Se volete raccontarci il vostro matrimonio non esitate a scrivere a redazione@giornaledicantu.it.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU

Leggi anche:  Code e rallentamenti sulla A9 FOTO