“Non possiamo accogliere tutti i migranti. Serve fissare un tetto. Aiutiamoli a casa loro”. L’ha messo nero su bianco, in una lettera aperta il sindaco di Mariano Comense sul Giornale di Cantù. Una posizione che, come si potrebbe invece pensare, non arriva dalla Lega Nord, ma da un primo cittadino del Pd. Dopo la lettera del sindaco i giovani di Marianoduepuntozero che lo sostengono: “Dichiarazioni agghiaccianti”.

Tema migranti le parole del sindaco

“Dobbiamo evitare ogni logica buonista, quella logica secondo la quale noi abbiamo il dovere di accogliere tutti. Non possiamo accogliere tutti. Va definito un tetto massimo. Abbiamo il dovere di aiutare che rischia di affogare in mare, ma contemporaneamente dobbiamo dire con forza e coraggio che non possiamo accogliere tutti. Al di fuori di uno scenario di questo tipo, io non ci sto a qualsiasi progetto che vive sull’emergenza e non pone prospettive serie di
sostenibilità dell’accoglienza. Farebbe male a noi cittadini e farebbe male ai migranti stessi”. La lettera integrale di Giovanni Marchisio è in edicola sul Giornale di Cantù.

Leggi anche:  E chi ha detto che Babbo Natale fosse trainato dalle renne? FOTO

La posizione di Marianoduepuntozero

“Leggiamo oggi con un forte senso di sconfitta una lettera aperta del sindaco ai cittadini marianesi, i cui contenuti troviamo eticamente e moralmente agghiaccianti. Il gruppo Marianoduepuntozero, da sempre attento ed attivo sulla tematica, prende nettamente e pubblicamente le distanze dal messaggio che se ne evince, poiché in quelle poche righe il fenomeno dell’immigrazione viene trattato in maniera totalmente superficiale con semplificazioni che ci sentiamo di definire al limite del populismo. Il tema che incontra e si scontra con la sfera valoriale, prima che politica, non ci consente oggi di tacere dinanzi ad una così triste deriva”. Queste le parole di Marianoduepuntozero. E’ rottura in maggioranza sul tema migranti?