Trenta posti di lavoro nella Guardia finanza tramite un concorso.

Trenta posti di lavoro nella Guardia finanza, ecco come

Il comando generale della Guardia di finanza ha pubblicato sulla Gazzetta ufficiale un bando di concorso. E’ per l’ammissione di 30 allievi finanzieri del contingente ordinario, specializzazione “tecnico di soccorso alpino”.

Chi può partecipare

Il termine di presentazione delle domande è il 15 dicembre. Possono partecipare i cittadini italiani che, alla data di scadenza per la presentazione delle domande, abbiano alcuni requisiti. Eccoli: diploma di istruzione secondaria di  secondo grado, che consenta l’iscrizione ai corsi per il conseguimento del titolo di studio universitario. Aver compiuto il diciottesimo anno e non aver superato il giorno del compimento del ventiseiesimo anno di età. Il concorso è una valida opportunità di inserimento nello scenario lavorativo. E’ rivolto a giovani che nutrono spiccata passione per la montagna. E desiderosi di lavorare al fianco di persone competenti, con mezzi tecnologicamente avanzati, per prestare aiuto a persone in difficoltà.

Leggi anche:  100mila pastiglie di ecstasy sequestrate al valico di Brogeda FOTO E VIDEO

Dove inoltrare la domanda

La domanda di partecipazione dovrà essere compilata mediante la proceduta informatica disponibile sul sito www.gdf.gov.it – area concorsi on line. Necessario seguire le istruzioni del sistema automatizzato. Di conseguenza i vincitori saranno avviati a un corso di formazione di allievi finanzieri nella Scuola alpina della Guardia di finanza a Predazzo (Tn). Si tratta della più antica scuola militare alpina del mondo. Tra gli incarichi del personale impiegato nel Soccorso alpino rientrano anche gli interventi in contesti emergenziali derivanti da calamità naturali. In occasione dei recenti terremoti e delle ondate di maltempo che hanno colpito il centro Italia, proprio la prontezza d’intervento del Sagf è risultata decisiva.