Tris di ladri arrestati in flagranza. Arresto in flagranza di reato di 3 soggetti autori di furto in danno di pizzeria e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

Tris di ladri arrestati in flagranza

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione Carabinieri di Cantù, nelle prime ore di questa mattina, hanno arrestato, in flagranza di reato, 3 soggetti autori di furto in danno della Pizzeria “Sara2”, situata in Mariano Comense, viale Brianza.

L’operazione

L’operazione appena avvenuta può essere ritenuta la naturale conseguenza dell’intenso lavoro svolto dal dispositivo operativo costantemente dispiegato sul territorio e predisposto dalla Compagnia di Cantù per il contrasto ai reati predatori.
Tre, quindi, le persone arrestate, tutte italiane: M.E., originaria di Carate Brianza e di fatto domiciliato nel monzese, 43enne; P.M. originario di Enna, di fatto domiciliato nel monzese; T.M. originario di Carate Brianza e di fatto domiciliato nel monzese, 39enne.

Fuga bloccata

Il terzetto di malviventi, in sostanza, illusosi in un primo momento di mettere a segno il furto, non ha avuto il tempo di guadagnare la via di fuga. I rumori scaturiti dallo scardinamento della porta di ingressi sono giunti sospetti all’orecchio di un vicino residente, il quale ha prontamente attivato il numero di emergenza 112 dei Carabinieri.
Pronto, quindi, è stato l’intervento delle pattuglie dell’Arma, le quali sono giunte sul posto cogliendo (in perfetta sintonia con il famoso detto) “i ladri con le mani nel sacco”. In quel momento, infatti, i malviventi stavano uscendo, con i sacchi contenenti la refurtiva in mano, pronti a darsi alla fuga. Non ne hanno avuto il tempo, poiché sono stati accerchiati e bloccati dai militari prontamente intervenuti.

Leggi anche:  Viaggiare pagaiando le esperienze degli erbesi

Rubati anche generi alimentari

Oltre alla refurtiva, consistente in un televisore e in generi alimentari (restituiti al legittimo proprietario), i malviventi sono stati trovati in possesso degli arnesi atti allo scasso utilizzati per forzare la porta d’ingresso, sottoposti a sequestro.
I tre individui sono stati trattenuti presso la Stazione Carabinieri di Cantù in attesa di giudizio direttissimo che sarà celebrato nel corso della giornata odierna.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU