Progettare un giardino significa saper posizionare le piante per ottenere la fioritura migliore in ogni stagione. L’area verde che circonda la casa ne è un po’ il biglietto da visita, per questo deve essere particolarmente curata. E il giardino non può essere realizzato di punto in bianco, ma deve essere il frutto di un autentico progetto. Un disegno accurato che sappia dislocare nel modo più opportuno le piante che lo compongono. E che preveda un dettagliato posizionamento delle aiuole. I risultati migliori si ottengono affidando la realizzazione e la manutenzione del verde a un’azienda specializzata. Eventualmente a un architetto che sia esperto di arte dei giardini. La scelta delle piante non può essere casuale.

Progettare un giardino

Ogni specie deve trovare posto nel rispetto delle sue caratteristiche. In particolare occorre esporla nel modo più giusto, onde evitare di danneggiarla. Attenzione si deve porre, inoltre, nella scelta delle piante che formano le bordure: solo tenendo conto della dimensione e dei colori è possibile ottenere un buon risultato e soprattutto un ottimo effetto decorativo. Altro accorgimento importante da osservare è quello di scegliere varietà di fiori che fioriscano a rotazione in ogni mese della bella stagione: in questo modo avrete un giardino vivace e colorato da marzo ad ottobre.

Leggi anche:  Amministratore di condominio, i requisiti per esserlo con successo

Parliamo di bordure

Continuando a parlare di bordure, in base al tipo di piante scelte se ne possono creare di perenni, costituite appunto da piante ebacee perenni, a volte unite a conifere sempreverdi adatte a produrre un buon effetto invernale, oppure bordure miste, formate da un’aiuola stretta e lunga bordata da piante vivaci o erbacee perenni. Quest’ultimo tipo di bordura permette di avere fiori e colori durante tutto l’anno.

Serve la consulenza di un addetto ai lavori

Se desiderate valorizzare un’area particolare del giardino è possibile creare una macchia di colore, formata da piante annuali e bulbi oppure da piante biennali e perenni. Per ottenere un effetto ancora più marcato si consiglia di piantare in una zona ristretta un’unica o un numero limitato di varietà. Anche il terreno che giace al di sotto di piante arboree ed arbustive di una certa altezza può essere sfruttato per la coltivazione di fiori che necessitano di una quantità minore di luce: in tal modo non mancheranno macchie di colore neanche nella penombra. La consulenza di un addetto ai lavori sarà fondamentale per realizzare un giardino suggestivo, vivace e accogliente. Se poi lo preferite potrete creare anche un romantico giardino roccioso che non mancherà di riservarvi soddisfazioni.