Flashmob ad Anzano: abbraccio collettivo a scuola e in Comune per dire no alla violenza.

Abbraccio collettivo per dire no alla violenza

Anzano dice no alla violenza: martedì, 28 novembre, è andato in scena un flashmob, organizzato alla scuola primaria “Perlasca” e in Comune. L’iniziativa è stata ideata nell’ambito della rassegna #iodicoNO, organizzata dall’assessorato anzanese ai Servizi sociali di Mariolina Sala in occasione della ricorrenza del 25 novembre, Giornata contro la violenza sulle donne.

Flashmob a scuola e in Comune

A iniziare sono stati gli alunni della primaria “Perlasca”, che dopo una breve introduzione delle insegnanti, si sono stretti in un abbraccio collettivo per dire no alla violenza, gridando simbolicamente “Libertà”. “La prepotenza va combattuta e abbattuta – hanno spiegato le insegnanti – E tutti noi possiamo farlo e non dobbiamo avere paura”.

La manifestazione è proseguita poco dopo in Comune, dove il sindaco Rinaldo Meroni con gli assessori Mariolina Sala e Marco Frigerio, il personale e i dipendenti comunali si sono stretti in un abbraccio collettivo a simboleggiare la sensibilità verso l’importante causa.

Leggi anche:  Operai sotto usura due arresti

Settimana di eventi per dire no alla violenza

La settimana #iodicoNO si chiuderà domenica, 3 dicembre, con la rappresentazione dello spettacolo teatrale “Barbablù 2.0”, in programma per le 20.45 al centro polifunzionale di Anzano, in via Valera.