Valanga in Grignetta, non ce l’hanno fatta Giarletta e Artusi del Soccorso Alpino.

AGGIORNAMENTO ORE 18.30 – Una tragedia nella tragedia per gli uomini del Soccorso Alpino lecchese, per il mondo della montagna e per tutta la comunità di Lecco e della Valsassina. Le due vittime della valanga che si è abbattuta oggi in Grignetta facevano parte del soccorso alpino. Giovanni Giarletta, 37 anni residente a  Lecco, vice capostazione della diciannovesima delegazione lariana  e Ezio Arusi, 41 anni di  Introbio sono morti questo pomeriggio sulla “montagna di casa”. Un destino che definire assurdo è addirittura un eufemismo. Giarletta era da poco rientrato a Lecco dopo una incredibile impresa compiuta dall’altra parte del Mondo. Insieme a Sebastiano Lamantia e Manuele Panzeri aveva scalato il Cerro Torre. Proprio Panzeri, che oggi si trovava in Grignetta con Giarletta e Artusi ha dato l’allarme. E’ stato lui a mettere in moto la macchina dei soccorsi.

COSA E’ SUCCESSO: Valanga in Grignetta: «Il telefono squillava ma non hanno mai risposto»

TRAGEDIA ASSURDA: Giovanni Giarletta aveva da poco compiuto la grande impresa sul Cerro Torre

IL CORDOGLIO DEL SOCCORSO ALPINO: Il messggio del Cnsas Lombardo e del presidente nazionale

L’ULTIMA INTERVISTA: Giarletta aveva raccontato la grande scalata in Patagonia

 

 

AGGIORNAMENTO ORE 18: Sono arrivate poco fa al Bione di Lecco, sede della centrale operativa della XIX Delegazione del  Soccorso Alpino le salme delle due vittime recuperate sul luogo della valanga.

Leggi anche:  Brutta caduta per un ciclista a Mariano

 

Valanga in Grignetta, sono due i morti e una terza persona è in questo momento in fase di recupero da parte dei soccorritori del 118 e dei Vigili del fuoco.

Valanga in Grignetta

Sono ancora poche e frammentarie le informazioni circa  il possibile smottamento nevoso avvenuto in Grignetta. Quel che è certo è che l’allarme, lanciato pochi istanti prima delle 15.30, ha messo in moto la macchina dei soccorsi. La centrale operativa del 118 ha fatto alzare in volo diversi elicotteri. Hanno già raggiunto la zona l’elisoccorso del Sant’Anna di Como e quello di Sondrio. Ma è previsto anche l’arrivo di ulteriori mezzi aerei.

I soccorsi

Coinvolti nelle operazioni di soccorso anche i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e ovviamente gli uomini della Diciannovesima Delegazione Lariana del Soccorso alpino. Diverse squadre di soccorritori si stanno radunando nella centrale del Bione per raggiungere la Grignetta. Come detto al momento non si conosce il numero esatto delle persone coinvolte nell’incidente montano. Secondo le prime informazioni vi sono due persone decedute, mentre le speranze sono di ritrovarne una terza ancora in vita.

Slavina non molti giorni fa

Sul posto sono state inviate anche unità cinofile. Una situazione d’emergenza che fa tornare alla memoria una recente slavina che a inizio febbraio aveva travolto due escursionisti in Val Tartano – Val Lunga, nella zona di Cima Cadelle, a circa 1900 metri di quota. Uno di loro di Bellano.

Seguono aggiornamenti