I militari della Stazione Carabinieri di Mozzate, nel corso della mattinata, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di C. C. L., cittadino italiano di Carbonate, 25 anni.

Picchiava nonno e sorella

L’accusa è quella di maltrattamenti in famiglia. I bersagli sarebbero stati la sorella e il nonno: insulti, minacce e schiaffi per i più svariati motivi, tra cui la pretesa di denaro. Il tutto è stato certificato dai Carabinieri dell’Arma di Mozzate, che una volta acquisite le testimonianze e svolte le attività d’indagine, sono giunti a raccogliere indizi di colpevolezza chiari e incontestabili.

E’ in carcere

Elementi che hanno trovato il consenso dell’Autorità Giudiziaria la quale ha prontamente vagliato ed emesso la misura afflittiva. C.C.L., conclusi tutte le formalità, è stato associato presso la Casa Circondariale “Bassone” di Como.