Mercoledrink Cantù l’attacco di Lavori in Corso.

Mercoledrink Cantù: monta la polemica

Attacco della lista civica Lavori in Corso dopo la polemica emersa all’interno della Giunta a seguito dell’ordinanza di chiusura dei bar in piazza all’una nelle serate del Mercoledrink. “La Giunta canturina si ritrova unita e coesa nei proclami e negli slogan ma si spacca clamorosamente quando si tratta di amministrare”, ha esordito nel comunicato.

Sindaco sfiduciato

La nota quindi continua: “Sulla vicenda del coprifuoco alla movida canturina, il sindaco si ritrova infatti sfiduciato dai suoi stessi assessori che ora gli chiedono di rimediare al danno, modificando o revocando l’ordinanza anti-bar. La domanda sorge spontanea: possibile che gli assessori non sapessero? Possibile che il Sindaco possa emettere un’ordinanza così deflagrante, su un tema tanto sensibile da aver occupato per giorni le pagine dei giornali, senza informare i suoi assessori? Di cosa si discute in Giunta, se non dei temi che interessano la Città?

Polemiche e fratture

“L’Amministrazione leghista, che governa la Città, intendeva essere amica di tutti. Ha invece creato un nuovo fronte di polemica e di rottura con una parte importante del tessuto economico e sociale canturino. Non è un caso che anche Confcommercio, associazione di categoria storicamente vicina ai partiti di centrodestra, sia stata costretta a prendere energicamente le distanze da un’ordinanza punitiva e illiberale, che va a colpire i baristi e i giovani canturini”.

Situazione preoccupante

La nota si conclude quindi: “La situazione è preoccupante. Il manipolo di politicanti che amministra Cantù si dimostra ogni giorno di più inadeguato, confuso ed arruffato. E’ privo di una guida politica e di un indirizzo serio e responsabile. E mentre gli assessori regolano i propri conti interni, Cantù muore, sepolta da erbacce e polemiche”.