Mucca in fuga dal macello a Lurate Caccivio. E’ stata abbattuta dopo  due ore di libertà.

Ferito un uomo durante la cattura

Mobilitazione per la cattura dell’animale, un giovane bovino di sette quintali. Durante la fuga, la manza ha anche ferito il proprietario, un uomo di 66 anni residente a Gerenzano. Aveva tentato di bloccarla ma è stato travolto e, nella caduta, ha battuto la testa. E’ stato immediatamente soccorso. Sul posto un’automedica e l’ambulanza della Sos di Appiano Gentile. E’ stato trasportato all’ospedale Sant’Anna per accertamenti ma avrebbe riportato solo ferite lievi.

Mucca in fuga per la libertà

Tutto è accaduto verso le 9.30 di questa mattina nell’azienda agricola “La bella manza”, situata lungo la Varesina. Il proprietario dell’animale si è recato a Lurate Caccivio per macellarlo ma la mucca è fuggita all’improvviso. Stando a una prima ricostruzione è scappata dal suo trasporto, aperto troppo presto  dall’uomo prima che  i cancelli del macello fossero stati serrati.

Ha compiuto un balzo di oltre un metro e scavalcato la siepe, cercando di fuggire nei campi. Immediata la mobilitazione, con il titolare dell’attività e alcuni dipendenti intenti a bloccare la manza.  Non è stato semplice visto anche il peso del bovino e la sua agitazione. Per precauzione un autotrasportatore ha anche chiuso via Variola per impedire che raggiungesse la Varesina.

Leggi anche:  Barano all'esame della patente: due i denunciati FOTO

Bloccata nel cortile di un’azienda

Sul posto l’Ats dell’Insubria con un veterinario e i Carabinieri di Lurate Caccivio con due automobili. Alla fine l’animale è stato fatto entrare all’interno di un cortile di un’azienda nelle vicinanze. Lì, grazie all’ausilio di tre trattori e di una vettura, è stata chiusa  sul retro. Impossibile scappare oltre.

Due ore, poi l’abbattimento

La fuga verso la libertà è durata circa due ore e non ha provocato danni alle auto o ad altri mezzi.  Alla fine la manza, di razza piemontese non ha avuto scampo ed è stata abbattuta.