La comunità di Chiavenna è sconvolta dopo le notizie arrivate dalla Thailandia. Giuseppe De Stefani si trovava in Thailandia da diversi anni. Avrebbe preso la decisione di trasferirsi da Chiavenna per seguire il figlio dopo essere rimasto vedovo.

Cadavere di Giuseppe De Stefani ritrovato nel bosco

Tre giorni fa un cadavere tagliato a pezzi e bruciato è stato ritrovato in un bosco. Un conoscente avrebbe riconosciuto sul corpo un tatuaggio riconducibile a Giuseppe De Stefani. Per la polizia del paese asiatico i responsabili del delitto sarebbero l’ex moglie 38enne Rujira Eiumlamai e un francese.

Vicino al cadavere, secondo quanto riportano i media locali, la polizia ha anche trovato dei bagagli bruciati che dicono essere stati usati per trasportare il corpo. I resti sono stati trovati dopo la segnalazione di alcune persone che hanno visto alzarsi dal bosco un denso fumo nero.

Delitto Passionale

La polizia ha anche trovato una nota scritta da De Stefani nella quale faceva riferimento a una non meglio precisata “donna troppo malvagia” che aveva detto di amarlo per ottenere i suoi soldi. Le autorità hanno affermato di sospettare che ci sia un triangolo amoroso e una discussione sul denaro alla base dell’omicidio. Secondo quanto riferito, il sospetto francese era stato precedentemente inserito nella lista nera dall’entrare in Thailandia, ma era ritornato attraversando illegalmente il confine tra Thailandia e Laos.