Rapina in Posta a Faloppio, nella frazione di Gaggino. Sequestrate la direttrice e due impiegate. I due rapinatori via con le pensioni del mese.

Rapina in Posta: l’agguato questa mattina

Erano le 7.50 di questa mattina. La direttrice della Posta di Faloppio era arrivata come di consueto per aprire la sede. Sul momento però non si è accorta che c’erano due uomini alle sue spalle. L’hanno trascinata all’interno della struttura, minacciandola con delle pistole. Entrambi portavano il passamontagna per non farsi riconoscere. “Stai tranquilla – le hanno intimato i due malviventi – e apri la cassaforte”.

Proprio in quel momento sono arrivate due impiegate della sede postale di Faloppio che dovevano iniziare il turno. Le due donne sono state bloccate da uno dei due malviventi, sono state costrette a consegnare i cellulari e infine chiuse all’interno del bagno. “State tranquille” intimavano alle impiegate.

Alla fine la direttrice è stata costretta ad aprire la cassaforte dove erano custodite le pensioni del mese. Proprio nei primi giorni del mese infatti i pensionati possono ritirare in Posta il loro salario. Dopo aver preso quanto volevano, i due rapinatori hanno chiuso anche la direttrice nel bagno e sono fuggiti.

La descrizione dei due uomini e la rabbia contro lo Stato

Secondo quanto raccolto durante la rapina gridavano “Governo ladro” e imprecavano contro lo Stato. I due uomini, secondo le prime testimonianze raccolte, sarebbero due italiani con un accento del luogo. Le descrizioni delineano il primo più anziano, intorno alla cinquantina, con folte sopracciglia bianche, con indosso abiti di colore chiaro. Il secondo invece sarebbe stato più giovane ed era vestito di nero.

Leggi anche:  Morti in corsia, una ventina di cartelle all'esame: potrebbe aprirsi un terzo troncone d'inchiesta

Via con 130mila euro

130mila euro la refurtiva con la quale sono fuggiti i due uomini. Prima della rapina sarebbe inoltre stato notato un furgone bianco parcheggiato vicino alla posta che dopo il colpo sarebbe sparito.

Sul posto sono quindi intervenuti i Carabinieri della stazione di Faloppio che stanno lavorando per rintracciare i due malviventi. Sia in Posta che sul territorio di Faloppio sono presenti telecamere di sicurezza che potrebbero aiutare ad individuare il percorso dei rapinatori.

Il commento del sindaco

Alla notizia di quanto accaduto è accorso anche il primo cittadino di Faloppio, Giuseppe Prestinari. “E’ certamente una rapina programmata, sapevano che questa mattina avrebbero trovato le pensioni. Mai successa sul nostro territorio una cosa del genere”.