Il distributore Lario Est sulla autostrada A9, tra Cadorago e Fino Mornasco, rischia la chiusura. E nel braccio di ferro tra multinazionali rischiano il posto di lavoro 10 persone.

Distributore Lario Est: richiesto un incontro con il Prefetto

Giorni di grande paura per dieci dipendenti del distributore Lario Est che si trova in autostrada. La proprietà, la multinazionale Q8, ha infatti comunicato al gestore che mercoledì 28 febbraio farà l’ultimo rifornimento di carburante. E’ infatti in programma, almeno per loro, la chiusura della struttura lunedì 5 marzo.

Una chiusura sulla quale la gestione, la stessa da più di una generazione, non è assolutamente d’accordo. A rischio infatti ci sono 10 dipendenti, già avanti con l’età e quindi difficilmente ricollocabili, che da un giorno all’altro rischiano di rimanere a casa.

Proprio per questo motivo il gestore e i dipendenti, con il supporto della sigla sindacale FISASCAT CISL, hanno chiesto un incontro urgente con il Prefetto Bruno Corda.

Perché la chiusura?

Il Decreto Interministeriale (Min. Infrastrutture e Trasporti e Min. Sviluppo Economico) dell’agosto 2015 “Piano di Ristrutturazione della Rete delle Aree di Servizio Autostradali” prevede la chiusura di diverse aree di servizio. Come spiegato dal sindacato però l’area Lario Est non risulta tra queste.

Leggi anche:  Campagna contro l'alcool alla guida per i ragazzi delle superiori

Per questo motivo i lavoratori e la gestione si oppongono a questa chiusura senza spiegazioni. Dal sindacato commentano: “Se c’è da fare manutenzione oppure un passaggio di proprietà (sarebbe interessata all’acquisizione Tamoil), per legge non è prevista la chiusura. Inoltre il passaggio dovrebbe andare a tutelare i posti di lavoro”.