Da Como alle sedi straniere del Ministero degli Esteri a New York, Pechino e Shangai. Ecco la prestigiosa esperienza di tre studenti dell’Università degli Studi dell’Insubria.

Ministero degli Esteri: l’esperienza

Sono partiti da Como e sono arrivati rispettivamente a New York, Shangai e Pechino tra il 12 e il 13 gennaio. Sono tre talentuosi studenti comaschi dell’Università degli Studi dell’Insubria selezionati per svolgere un tirocinio di tre mesi all’estero nell’ambito del “Programma di tirocini MAECI-MIUR-Università Italiane”.

Il Programma è frutto di una collaborazione fra il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e le università italiane, attraverso il supporto organizzativo della Fondazione CRUI, per lo svolgimento di tirocini curriculari nelle sedi all’estero del MAECI.

Chi sono i tre studenti

Carmelo Ismaele Pagana, classe 1994, di Lentini in provincia di Siracusa, ma domiciliato a Como, è iscritto al quinto anno del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza ed è un ex allievo della Scuola di Como. Grazie a questo progetto è alla sede della Rappresentanza permanente d’Italia presso le Nazioni Unite a New York.

Leggi anche:  Mense scolastiche Como verso l'esternalizzazione: "A casa una cinquantina di precari"

Alice Viola, comasca classe 1994, è invece iscritta al secondo anno del corso di laurea magistrale in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale. Quest’ultima svolgerà il suo tirocinio a Shangai, all’Istituto Italiano di Cultura.

Sempre nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura, ma a Pechino, è Chiara Mason. 24enne di Veniano (Como), è iscritta al secondo anno del corso di laurea magistrale in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale.