E’ stato presentato questa mattina a Palazzo Cernezzi, alla presenza del vicesindaco Alessandra Locatelli, il progetto “Sempre giovani in rete”. E’ promosso dall’associazione Senior&Junior Lombardia in collaborazione con l’Istituto G. Pessina di Como. A supporto il patrocinio del Comune di Como.

Sempre giovani in rete: gli studenti vanno nei circoli degli anziani

Il progetto presentato prevede corsi di alfabetizzazione digitale gratuiti per gli over 65. Un gruppo di studenti del Pessina infatti si è reso disponibile ad essere formato per diventare insegnante di informatica per gli anziani.

Senior&Junior Lombardia, nella figura della dottoressa Mariani, ha formato il gruppo di giovani che a partire da domani insegnerà le basi della comunicazione digitale agli anziani. “I ragazzi si sono messi a disposizione per acquisire competenze di organizzazione. Ora parte il momento attuativo” ha spiegato la Mariani.

A partecipare al progetto sono due classi dell’indirizzo sociale dell’Istituto Pessina; si tratta di sei ragazzi di quarta e cinque ragazze di terza, ai quali si aggiungono i due responsabili che invece sono di quinta.

“Nella mission del nostro istituto c’è l’incontro con il territorio. Questo è un percorso di alternanza – ha spiegato il vicepreside del Pessina in conferenza stampa – In questa occasione diventa insegnanti per alunni molto particolari”.

Ed entusiasti di questo progetto sono proprio i giovani insegnanti. “Ci stiamo rendendo conto che quello che abbiamo pensato di fare in teoria ora si realizzerà – ha spiegato Andrea, uno degli studenti partecipanti al progetto – Speriamo che il corso che abbiamo organizzato sia adatto e aiuti gli anziani”.

Leggi anche:  Disturbi della deambulazione degli anziani, ecco cosa fare

Domani il primo incontro a Lora

Per il momento sono quattro i centri per anziani comaschi che partecipano all’iniziativa: quello di Camnago Volta, quello di Sagnino, quello di Prestino, quello di Lora e di Camerlata. Ad iniziare la prima lezione del corso sarà proprio Lora domani pomeriggio.

I ragazzi infatti incontreranno per tre lezioni da tre ore ciascuna ognuno dei gruppi (da 16 anziani circa). Faranno attività di gruppo nel centro anziani e daranno agli alunni dei compiti sui quali lavorare in vista delle verifiche che si terranno negli incontri successivi. Strumenti di lavoro saranno i tablet con tecnologia Android resi disponibili dall’associazione.

Perché un corso di informatica per anziani

“Siamo promotori della cultura dell’invecchiamento attivo e dell’incontro tra generazioni – ha sottolineato la presidente dell’associazione Senior&Junior Lombardia Antonella Fumagalli – Il corso serve a far acquisire agli anziani competenze digitali ma anche a farli dialogare con i giovani. Da un’indagine fatta sul territorio c’è la necessità per gli anziani di appropriarsi di questo tipo di comunicazione. Aiuta infatti a livello personale per favorire la comunicazione e il mantenimento delle facoltà cognitive ma anche a livello di comunità. Conoscere il mondo digitale dà agli anziani la possibilità di accedere a tanti servizi e alle informazioni”.