Arrivano novità per quanto riguarda la Tbf Albavilla per cui la Cisl è intervenuta contro i picchetti dei Cobas.

Tbf Albavilla: la situazione

La Logi-Lead cooperativa di trasporti, disdetta il contratto con la TBF azienda di stoccaggio e consegna merci. TBF a seguito di continue agitazioni di parte dei Sol Cobas è costretta a pagare penali e non riesce più a sostenere l’attività. Nel frattempo TBF affida il trasporto e la consegna delle merci alla cooperativa S. Giuseppe; parte dei lavoratori (37)  vengono assorbiti dalla nuova cooperativa  S. Giuseppe. Ne rimangono fuori 10. A questo punto i  Sol Cobas della cooperativa Logi-Lead incominciano ad organizzare picchetti e presidi davanti alla TFB impedendole di lavorare e chiedendo l’assunzione di tutti i lavoratori che avevano intrattenuto rapporti con la TBF.

“Si è perso lavoro a causa dei picchetti”

“La TBF – ha commentato Adria Bartolich, Segretario Generale Cisl dei Laghi – ha perso commesse e del lavoro a causa dei disservizi e ritardi nelle consegne  provocati dai continui picchetti. La Cisl è intervenuta , chiamata dagli altri  lavoratori, ai quali veniva impedito di lavorare, a salvaguardia dell’occupazione e dei posti di lavoro e della corretta applicazione del contratto nazionale logistica e trasporto merci. Il nostro obiettivo non è certo quello di lottare contro altri sindacati ma difendere il lavoro, anche se non condividiamo le forme di lotta utilizzate.

Leggi anche:  Consegnate 44 borse di studio ai diplomati di terza media FOTO

Si cerca la mediazione

“Stiamo facendo del nostro meglio per trovare una mediazione che consenta di assumere i lavoratori rimasti fuori nel passaggio tra Logi-Lead alla San Giuseppe, tenendo però presente che il lavoro è nel frattempo diminuito. Sempre ammesso che l’azienda non faccia la scelta di avvalersi dei magazzini di Padova e Torino bypassando completamente Albavilla, rischio che oggettivamente esiste. Però bisogna fare chiarezza una volta per tutte sulla natura delle  vicende riguardanti il sistema del trasporto e della logistica più in generale. Massimizzare il profitto significa abbassare le tutele non solo per i lavoratori ma anche per l’impresa. Il sistema cooperativo ha luci e ombre. La smaterializzazione della  piccola distribuzione commerciale e il parallelo l’incremento di grande distribuzione e  commercio on line, rende fondamentale che ci sia un controllo e una regolamentazione seria della logistica, dei trasporti e del sistema cooperativo su cui in gran parte si regge”.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU