Questa mattina all’Hotel Palace di Como, in via Lungo Lario Trieste, c’è stata la presentazione dei candidati della Lega Nord del territorio alle elezioni 2018 Regionali e Politiche del 4 marzo. L’obiettivo dichiarato dai Leghisti è quello di vincere sia in Regione che a Roma ed arrivare ad una percentuale sopra il 20% nella Provincia di Como.

Elezioni 2018: i candidati alle nazionali

Alessandra Locatelli, vicesindaco di Como, si è candidata per la Camera, ha spiegato: “Serve portare una svolta in questo paese, portare la voce dei nostri territori a Como. Manca un raccordo sensato con questo governo. Serve inoltre fare da tramite delle esigenze della nostra città. Occorre dare qualcosa in più ai nostri cittadini. In particolare mi concentrerò sui servizi sociali”. Il vicesindaco ha inoltre specificato che la sua carica a Como ed eventualemente quella da parlamentare sarebbero compatibili: “Non mi sono mia tirata indietro davanti a tanto lavoro”.

Eugenio Zoffili, consigliere comunale a Erba ha dichiarato: “C’é bisogno di far capire alla gente come si vota. Il mio primo impegno se eletto sarà quello di bussare alla porta del Ministro dell’Interno per incremenntare le Forze dell’ordine nei nostri territori. Il problema microcriminalità è stato troppo trascurato fino ad ora”.

Erika Rivolta, si candida per il Senato, alla Lega dal 1990, già consigliere regionale e parlamentare, vicesindaco a Erba, ha dichiarato: “Ho potuto ascoltare i problemi delle persone, spesso indigenti. Noi siamo persone normali, volenterose e convinte, che vogliono lavorare per le persone normali”.

Infine Nicola Molteni, candidato alla Camera: “La nostra grande ambizione è quella di tornare governare il paese”.

ASCOLTA QUI TUTTE LE PAROLE DI MOLTENI

Elezioni Regionali in Lombardia

Sono stati inoltre presentati i candidati alle Elezioni Regionali. Unica assente la candidata Linda Dui, 25 anni, di Fenegrò.

Fabrizio Turba, sindaco di Canzo e segretario provinciale della Lega, ha spiegato: “I territori sono stati massacrati dal governo centrale che ha tagliato fondi a tutti. Vorrei porre l’attenzione in maniera particolare sui Comuni montani. Da segretario provinciale ho avuto modo di conoscere tanti problemi del territorio”.

Gigliola Spelzini, che rappresenta l’Alto Lago ed è segretaria di circoscrizione del Medio e Alto Lago, si è presentata: “Arrivo dal mondo della scuola e mi occupo della formazione degli insegnanti. Ho deciso di concorrere per aiutare il territorio. I punti fondamentali saranno lavoro, scuola e territorio”.

Giovanni Rusconi, si è avvicinato 24 anni fa alla politica, ora è Consigliere provinciale: “Punto molto sul confronto con la gente. Sono stato nel Consiglio comunale a Lomazzo e sindaco per 5 anni. Credo nel valore dell’ente locale. Voglio portare in Regione tutta la mia esperienza. Vorrei che la Regione diventasse un ente locale il più vicino possibile ai cittadini”.

Leggi anche:  Riqualificazione viale Varese M5S: "Più parcheggi più smog"

Antonella Colzani, lavora nel settore assicurativo ed è nella Lega dal 1992. E’ stata Consigliere comunale e Assessore a Cantù. “Credo che la Lega Nord mi abbia premiato. Il programma è ambizioso. Importante dare spazio ad asili nidi gratis ed una sanità efficiente. Fondamentali anche migliorare il sistema delle case Aler e la tutela delle tradizioni locali. Servirà interagire coi sindaci del territorio”.

Ferruccio Rigola, sindaco di Schignano e presidente della comunità Montana. “Vorrei impegnarmi per il lago di Como e per i problemi di frontiera visto che sono figlio di un emigrante in Francia”.

Linda Dui, in seguito, ha contatto la nostra redazione e ha spiegato: “Sono spiacente di non aver potuto partecipare alla conferenza stampa di oggi ma, come tutti sappiamo, il mondo del lavoro non è indulgente con noi ragazzi. Una delle mie battaglie sarà proprio questa: restituire la dignità nel lavoro e dare la possibilità a tutti di crearsi una famiglia, senza timore del futuro incerto che ci stanno imponendo. Ottime in questo senso le iniziative della giunta Maroni sulle doti lavoro e sugli aiuti agli asili nido. Inoltre, nel mio lavoro, mi occupo di efficientamento delle cure sanitarie. Sviluppare sistemi intelligenti per la nostra sanità non deve sembrare un’utopia, abbiamo i mezzi per realizzarlo e lo dimostreremo. Un altro elemento fondamentale per chi, come me, è pendolare è la qualità del trasporto pubblico. Ringrazio la Regione per gli sforzi fatti per garantire il rinnovamento dei treni, nonostante i continui tagli da Roma, ma bisogna insistere anche sul miglioramento del servizio. In aggiunta, credo sia fondamentale una rappresentanza di chi conosce veramente le peculiarità del territorio prealpino dal punto di vista del primario, così ricco ma così diverso da qualsiasi altra realtà. Servono leggi che tengano conto della frammentazione dei terreni, progettazione di sistemi di recupero idrico e tanto altro ancora. Il mio impegno sarà quello di valorizzare le tradizioni della nostra terra, con lo sguardo sempre rivolto al futuro”.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU