Elezioni 2018: il candidato pentastellato Gianluigi Paragone a Cantù.

In piazza Garibaldi parla di ‘ndrangheta

Dopo essere stato in visita al Museo del legno di Maurizio Riva e a Carugo nell’azienda di Caggiano, Paragone ieri poco dopo mezzogiorno ha fatto capolino anche il piazza Garibaldi, dove ha girato un video.

‘ndrangheta e “parabullismo”

Questo il testo che accompagna il video pubblicato su Facebook. “La Lega un tempo era molto attenta alle infiltrazioni della malavita, ma oggi non più. E sminuisce fatti gravissimi di ‘ndrangheta parlando di parabullismo mafioso. Eppure la ‘ndrangheta al Nord c’è, eccome se c’è. E l’atteggiamento della Lega che cerca di sminuire questo fenomeno è vergognoso. Vi racconto questa storia dalla Piazza Garibaldi di Cantù: ascoltatela!”.

Piazza Garibaldi – Cantù – copertina

"PARABULLISMO MAFIOSO"La Lega un tempo era molto attenta alle infiltrazioni della malavita, ma oggi non più. E sminuisce fatti gravissimi di 'ndrangheta parlando di parabullisimo mafioso. Eppure la 'ndrangheta al Nord c'è, eccome se c'è. E l'atteggiamento della Lega che cerca di sminuire questo fenomeno è vergognoso.Vi racconto questa storia dalla Piazza Garibaldi di Cantù: ascoltatela!

Pubblicato da Gianluigi Paragone su lunedì 5 febbraio 2018