In Regione Lombardia è ormai chiaro chi è stato eletto e chi no alle elezioni regionali 2018. Malgrado la netta sconfitta del candidato del Centrosinistra Giorgio Gori, Angelo Orsenigo ce l’ha fatta. Sarà lui a rappresentare i comaschi e il Pd in Regione.

TUTTE LE PREFERENZE AI CANDIDATI COMASCHI 

Elezioni regionali 2018: il commento del segretario provinciale

Il segretario provinciale del Pd Orsenigo sarà l’unico comasco del centrosinistra, grazie a 3.070 preferenze, a sede in Consiglio regionale. Ecco le sue parole.

“In un clima generale tutt’altro che facile, il Partito democratico riesce comunque ad attestarsi come primo partito del capoluogo, con una percentuale persino superiore a quella nazionale. Dobbiamo partire da questi dati e avviare una riflessione.

Ma ancor prima voglio ringraziare tutti i candidati che hanno impegnato il loro tempo e le loro energie a favore del Partito democratico: Chiara Braga, Luca Gaffuri, Savina Marelli, Patrizia Lissi, Maria Rita Livio, Alberto Gaffuri, Elide Greco, Angelo Colzani e Teresa Riccobene hanno dimostrato grande spirito di servizio in una campagna elettorale densa di contenuti e di iniziative di confronto con i cittadini.

Un grazie sentito va a tutti i volontari e sostenitori che ci sono stati a fianco in questo mese e mezzo di campagna elettorale. Settimane di lavoro frenetico per raccogliere le istanze del territorio, che ha dimostrato di aver voglia e bisogno di maggior ascolto e sinergia.

Ora mi impegnerò a portare tutto ciò in Consiglio regionale e ad essere la voce del Partito democratico per la Provincia di Como, in modo da poter concretamente contribuire al miglioramento del Lario, che rappresenta motore e tesoro della Lombardia”.

Gli altri commenti

Elezioni regionali Gori: “Voto viziato dai populismi”

Leggi anche:  Consiglio regionale Orsenigo segretario della commissione svizzera

Elezioni regionali 2018 Livio non passa

L’amaro commento di Alberto Gaffuri