Mercoledì mattina tensione a Proserpio quando sulla porta e sul muro del Municipio sono comparsi volantini antifascisti. Proprio quella sera si sarebbe tenuta la raccolta di firme per la presentazione della lista elettorale di Casa Pound Lecco in vista delle Regionali.

Affissi messaggi

I dipendenti comunali, infatti, al momento di entrare in ufficio hanno trovato affissi messaggi con riferimento a piazzale Loreto ed esplicite immagini dell’esposizione dei cadaveri del Duce e della Petacci a Milano nell’aprile del 1945. Sul posto è arrivata anche la Digos per evitare possibili contatti.

“Il sindaco ha messo a rischio la sicurezza”

La raccolta è avvenuta dalle 20 alle 22, quando gli uffici comunali erano chiusi e ben oltre l’orario consentito per l’espletamento di queste pratiche, obbligatorie sì ma per un solo giorno la settimana e fino alle 20. Elisabetta Fontana, capogruppo di opposizione, ha attaccato la scelta del sindaco di tenere aperto il Comune: “Ha creato una situazione di rischio e di scarsa sicurezza per il paese”.

Leggi anche:  Consiglio provinciale chi entra e chi esce
Tutti i dettagli su il Giornale di Erba da oggi, sabato 20 gennaio, in edicola

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU