Pallacanestro Cantù “Giocheremo con il lutto sulla maglia”. La Pallacanestro Cantù piange la prematura morte di Pier Francesco Betti, ex direttore sportivo della squadra. Stasera gli atleti in campo con la maglia listata a lutto nella partita a Desio contro il Bologna alle 18.15.

Pallacanestro Cantù “Giocheremo con il lutto sulla maglia”

Muore ex dirigente della Pallacanestro. Solo 48 anni, si è spento dopo una malattia. Il direttore sportivo romano, nel 2017, aveva ricoperto per pochi mesi il ruolo di direttore sportivo nella squadra canturina. Tutto il mondo del basket si stringe intorno alla famiglia.

I ricordi della Pallacanestro

Dai social i canturini hanno voluto dare l’ultimo addio a Betti. Diego Fumagalli, dirigente accompagnatore, ha scritto: “Grazie di tutto Pier. My friend, what can i do?”. E poi ancora, coach Marco Sodini: “Grazie di tutto amico mio. Riposa in pace adesso”.

Questo il comunicato della società: “Pallacanestro Cantù apprende con immenso dolore la notizia della prematura scomparsa di Pier Francesco Betti. Il dirigente romano, nato nel gennaio del 1969, ha ricoperto il ruolo di direttore sportivo della Red October all’inizio della stagione sportiva 2017-2018. Tutta la Pallacanestro Cantù e tutti i tifosi biancoblù si uniscono con commozione al dolore della famiglia di Pier Francesco e di tutti i suoi cari, esprimendo il proprio cordoglio per il grave lutto”.

Leggi anche:  Pallacanestro Cantù ecco le maglie delle Final8 FOTO E VIDEO

Irina Gerasimenko

Il presidente della Pallacanestro Cantù: “Cari amici della Pallacanestro Cantù, con enorme dispiacere devo informarvi della morte del nostro Pier Francesco Betti. Pier Francesco, prima di essere un collega ed un professionista, è stato un grande amico e un Uomo con la “U” maiuscola. È stato fedele al suo impegno fino al suo ultimo respiro e, nonostante le difficoltà, non si è mai dato per sconfitto. Il suo splendido ricordo rimarrà nella memoria di tutte le persone che lo conoscevano. Amico mio, riposa in pace, rimarrai sempre nei nostri cuori!”.

Leggi anche:  Muore giovane papà domani i funerali

Dmitry Gerasimenko

Il proprietario Pallacanestro Cantù: “Mi dispiace molto per non essere riuscito a stringere la mano a questo grande uomo, pur lavorando con lui via Skype e tramite telefono ho capito fin da subito che si trattava di un vero professionista, molto patriottico nel suo lavoro. Quando persone di questo livello ci abbandonano così presto è sempre un grande dispiacere”.