La collezione autunno inverno 2020/2021 caratterizzerà la 62° edizione di Comocrea Textile Design Show in programma a Villa Erba lunedì 25 e martedì 26 marzo 2019.

A Villa Erba la 62esima edizione di Comocrea Textile Design Show

Anche quest’anno hanno confermato la loro presenza, i migliori studi di design tessile del fashion d’Europa con in testa a tutti gli studi inglesi, da sempre partecipanti affezionati alla rassegna internazionale comasca che ricordiamo, è l’unica fiera a livello mondiale, dedicata interamente al disegno per tessuti.

Un appuntamento carico di buoni auspici per gli espositori che puntano sulla formula consolidata di Comocrea per incontrare gli operatori del settore più importanti della filiera e catalizzare i buyers stranieri, oltreché con la loro creatività, puntando anche sulle suggestioni del lago di Como.

“La situazione congiunturale internazionale degli ultimi anni continua a pesare sugli scambi commerciali del settore – sottolinea Stuart Sartori– e il panorama geopolitico internazionale non aiuta certamente i nostri studi ad esplorare nuovi mercati. Anche il modello “fiera” sente la necessità di attuare un cambiamento e nuovi stimoli che contribuiscano a rilanciare e rinnovare l’interesse degli operatori e dei clienti internazionali.”

“Noi disegnatori rappresentiamo il primo anello della filiera tessile e cerchiamo di fare la nostra parte proponendo qualità, creatività e innovazione – continua Sartori – anche se la continua contrazione della capacità di spesa e di investimento dei nostri clienti, incide costantemente sulla crescita del nostro mercato. Immagini e disegni, sono ormai sempre più presenti nella nostra vita quotidiana, soprattutto sui canali social, ed è nostro compito offrire nuove interpretazioni e rielaborazioni di questi concetti per rinnovare il loro interesse”,

La leadership nel design tessile internazionale

Como è e rimane un distretto tessile strategico a livello internazionale, e Comocrea Textile Design Show per il fashion, e ComocreaInterni per l’arredamento, vogliono sostenere e consolidare questa riconosciuta leadership nel design tessile internazionale, confermando il processo di sensibilizzazione nei confronti del sistema formativo italiano e comasco avviato da tempo fin dai primi anni di scuola.

Leggi anche:  Castagne, sul nostro territorio annata buona mentre cala la produzione nazionale

Inoltre, per evidenziare il legame con il territorio locale, in occasione della prossima edizione di Comocreainterni dal 15 al 17 aprile, verrà presentato un progetto dal titolo “Il segno dell’immaginazione” realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Cernobbio, il Museo Villa Bernasconi e il Museo della Seta di Como, che ha coinvolto tutti gli alunni delle classi elementari della Scuola Campo Solare di Cernobbio, che si sono cimentati nel disegno per tessuti di arredamento, che saranno stampati ed esposti in occasione della rassegna di aprile e in contemporanea nei Musei Villa Bernasconi e della Seta di Como.

La 62° edizione, come ormai consuetudine, ospiterà il Centro Studi “Casnati” di Como, con i lavori degli studenti che frequentano i corsi del Liceo Artistico, oltre a diverse visite di istituti e università specializzate in formazione tessile, fashion e design, italiane e straniere. Comocrea inoltre fa parte della “task force” che sosterrà la candidatura di “Como Creative City” Unesco città della Seta.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU