Anas (Gruppo FS Italiane) ha concluso le attività di varo del ponte di Annone Brianza, in provincia di Lecco, di scavalco alla statale 36 “del Lago di Como e dello Spluga” in corrispondenza del km 41,200. L’intervento, concordato nei giorni scorsi presso la Prefettura di Lecco con le Forze di Polizia, la Regione Lombardia, le Provincie di Lecco e Sondrio e i Comuni interessati dal provvedimento, si è svolto secondo le modalità tecniche previste.

Ponte di Annone al varo

Il varo della struttura in acciaio, lunga 44 metri e del peso di circa 250 tonnellate, è stato effettuato mediante la chiusura al traffico della statale 36 che sarà resa percorribile nelle prossime ore dopo gli ultimi interventi e il ripristino della segnaletica. Le operazioni sono state condotte tramite l’utilizzo di tre gru di grandi dimensioni in grado di sollevare e movimentare strutture del peso di centinaia di tonnellate.

Costo dei lavori

Il valore complessivo dei lavori di realizzazione del nuovo cavalcavia di Annone Brianza ammonta a circa 2 milioni di euro. La nuova infrastruttura è costituita da un’unica campata in acciaio ad alta resistenza, con soletta in calcestruzzo armato, appoggiata sulla parte inferiore di due travi laterali in acciaio. Grazie a questa modalità costruttiva sarà possibile realizzare un nuovo cavalcavia che assicuri una luce libera maggiore rispetto alla precedente e pienamente conforme alle norme, senza richiedere la realizzazione di una pila centrale nello spartitraffico e quindi riducendo al minimo l’interferenza con la circolazione stradale. La sezione stradale del nuovo ponte prevede, inoltre, la realizzazione di percorsi separati per ciclisti e pedoni, protetti da idonee barriere.

Leggi anche:  Ribaltamento sulla Statale 36, 25enne in ospedale

LEGGI ANCHE: Ponte di Annone: Statale 36 chiusa da lunedì sera a giovedì mattina

Altri 30 giorni

Dopo il varo dell’impalcato saranno necessari circa 30 giorni ulteriori per l’allestimento della struttura tramite la realizzazione della sede stradale e delle piste ciclabili, l’installazione dell’impianto di illuminazione, la posa delle barriere laterali e infine il collaudo dell’intera opera.