Dopo il preoccupante allarme lanciato dal Presidente dell’Autorità di Bacino, Luigi Lusardi, sul livello basso delle acque del Lago di Como, il Movimento 5 Stelle invita tutti ad affrontare con decisione un problema che sta generando ripercussioni negative sotto il profilo economico e ambientale.

Allarme lago basso. Dal Movimento 5 Stelle: “Non stanno arrivando risposte adeguate”

“In questo momento, sul basso livello del Lago di Como, la Regione può fare molto. Ma non stanno arrivando risposte adeguate – osserva Raffaele Erba, consigliere regionale del M5s – Considerando che quest’anno si preannuncia una importante crisi idrica, per il livello del nostro lago saranno importanti le decisioni sulle regolazioni delle dighe a monte e di conseguenza la gestione delle concessioni idriche da cui possono derivare anche delle risorse economiche da destinare appositamente a risolvere il problema del livello minimo. Tra le cause che hanno portato a questa situazione – continua Raffaele Erba – c’è sicuramente il cambiamento climatico ma anche una gestione delle risorse idriche secondo un’ottica speculativa. Bisognerebbe invece puntare su logiche più attente alle risorse a disposizione”.

Leggi anche:  "Festa d'autunno" della Pro loco: pienone a Castello FOTO

“Servono azioni immediate”

“La settimana scorsa c’è stata un’importante manifestazione con tanti giovani che sono scesi in piazza in tutto il mondo per convincere i politici a prestare più attenzione alle tematiche ambientali. Il cambiamento climatico è stato troppo spesso sottovalutato: quello che stiamo vedendo in modo sempre più forte sul nostro territorio ne è una dimostrazione. Il segnale del basso livello del Lago di Como ci deve far riflettere per prendere coscienza del problema e agire il prima possibile”, conclude Raffaele Erba.

LEGGI ANCHE>> Lago basso, situazione drammatica: cresce la preoccupazione