L’edizione di quest’anno di Bake Off Italia, programma di pasticceria di Real Time, ha visto la partecipazione di due concorrenti comaschi. Uno di essi è stato eliminato nella puntata del 19 ottobre scorso. Si tratta di Beatrice Canton, 34 anni di Como, eliminata dalla gara, i cui giudici sono il mastro cioccolatiere Ernst Knam, l’esperta Clelia D’Onofrio e lo chef Damiano Carrara, per trovare il pasticcere amatoriale più bravo d’Italia. La giovane comasca tornata “alla vita normale” ci ha raccontato questa esperienza.

Bake off Italia parla Beatrice: “Bellissima esperienza”

Beatrice, perché l’idea di partecipare a questo programma?

“Perché fare dolci è la mia grande passione! Avevo già provato a partecipare lo scorso anno ma dopo un casting con la febbre non proprio eccezionale non ero stata scelta. Quest’anno ho deciso di riprovarci ed è andata bene perché mi hanno chiamata per partecipare. Era la mia grande occasione, che non mi sarebbe più ricapitata. Ho sempre fatto dolci, così mi sono detta se non lo faccio ora, quando?”.

E alla fine che esperienza è stata?

“Malgrado l’eliminazione è stata una bellissima esperienza, che rifarei altre mille volte. D’altra parte è anche molto difficile. Ad esempio quando inizi a registrare una puntata tu non sai assolutamente nulla di quello che andrai a cucinare e una volta svelata la sfida hai pochissimo tempo per ragionare. Però mi sono messa in gioco ed è stato bellissimo”.

Leggi anche:  Attenzione: nuovo rischio di temporali forti

L’eliminazione? Te l’aspettavi?

“Devo dire che quando sei lì in un certo senso te lo senti quando è il tuo momento. Quel giorno sapevo di non aver fatto bene, ma d’altra parte non mi ritenevo neppure la peggiore. Quella ricetta per me era come fosse stata scritta in ostrogoto ma ho fatto del mio meglio. Ci speravo e quando ho sentito il mio nome per l’eliminazione è stata davvero una mazzata sul cuore”.

E adesso?

“Al momento purtroppo sono disoccupata. Ho lavorato per 9 anni in una azienda tessile del comasco come product manager ma purtroppo per via della mia partecipazione al programma sono stata lasciata a casa. In questi mesi, dalla fine delle riprese, ho fatto dei lavoretti ma ora mi sto concentrando su un nuovo progetto legato alla cucina”.

Di cosa si tratta?

“Mi sono iscritta a un gruppo che si chiama ‘Le Cesarine’ e voglio dare vita a Como a un progetto di social eating. Si propongono sostanzialmente degli eventi culinari nella propria casa a cui si può partecipare attraverso questo gruppo. E’ una cosa che sta funzionando molto all’estero. A Milano sta già prendendo piede e mi piacerebbe portarlo anche a Como”.

Stephanie Barone

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU