Basket serie D scatta domani il campionato 2017/18.

Basket serie D subito tre derby Playground-Villa Guardia, Albavilla-Cadorago, Orsenigo-Lomazzo

Tutto pronto, la tavola è imbandita e da domani comincerà il gran banchetto del basket di serie D a cui sono invitate tante squadre nostrane. Al via nel girone E lombardo ben nove portacolori comasche dalle ambiziose Novacaritas Appiano Gentile di coach Angelo Delfinetti alla Pallacanestro Cabiate di coach Carlo Allevi, dalle storiche ABC Lomazzo affidata ancora a Paolo Zandalini e Tavernerio di coach Max Di Landri, alla rinnovata Olimpia Cadorago che si è autoretrocessa, dall’EW BM Villa Guardia di Roberto Cantaluppi alla giovanissima Giardino LVS Orsenigo affidata quest’anno alle esperte alchimie tattiche  di Mauro Tagliabue senza dimenticare la Ceres Albavilla diretta da coach Gian Luigi Curioni fino all’ultima arrivata la neoopromossa Playground Cermenate allenata da Raffaele Marcantonio. Completano il raggruppamento il Basket Brusuglio, Cinisello, Ardor Bollate, Paderno Dugnano e Cusano Milanino.

Il cartellone della prima giornata

Pronti via e subito il primo turno riserva ben tre derby: domani venerdì 29 settembre si parte con un ghiotto Albavilla-Cadorago (ore 21.15) ma interessante anche Playground-EWBM Villa Guardia in programma a Mariano Comense (ore 21.30) così come Tavernerio-Paderno  (ore 21.30), Cabiate-Brusuglio (ore 21.15) e un Cinisello-Indipendente Appiano (ore 21.15) con la squadra di coach Angelo Delfinetti che vuole partire forte gasata dal recente successo conquistato al torneo di casa Novacaritas, Il cartellone del turno inaugurale si completerà domenica 1 ottobre con un interessante Giardino LVS-Lomazzo (ore 20) con la squadra di Orsenigo che festeggerà il debutto in panchina di coach Tagliabue contro i biancoverdi Abc trascinati dal fosforo in cabina di regia di Fabrizio Comerio. Chiude il cartellone domenica Bollate-Cusano. Ricordiamo che l’andata terminerà il 7 gennaio mentre il girone di ritorno si giocherà dal 12 gennaio al 13 aprile per poi lasciare spazio a playoff e playout.