Il Comune di Campione d’Italia ha reso nota la lista degli immobili da mettere in vendita. Un disperato tentativo di “fare cassa” e portare liquidità sul bilancio comunale dopo il dissesto finanziario. Una situazione estremamente critica quella dell’exclave italiana in Svizzera, che ha portato anche alle dimissioni del primo cittadino. Nel frattempo, i cittadini si sentono sempre più abbandonati dalle istituzioni e in Svizzera spunta l’idea di una annessione del territorio italiano.

Campione d’Italia verso la Svizzera?

Mentre in Italia dal Governo nazionale si fatica a comprendere quale sia la linea per risolvere la situazione di Campione d’Italia, dalla Svizzera arriva un’interessante proposta. La crisi dell’exclave italiana in territorio elvetico è infatti approdata al Parlamento svizzero con un’interrogazione del deputato del partito popolare Marco Romano. “Alla luce della difficoltà nel trovare delle soluzioni, è immaginabile che la Confederazione, nell’ambito delle trattative con l’Italia, avvii anche una discussione di possibile cessione di questo territorio alla Svizzera?”.

Ben più della domanda, è apparsa interessante la risposta del Ministro degli Esteri Ignazio Cassisi. “È immaginabile, ma evidentemente ci dovrebbero essere delle proposte dell’autorità competente cantonale in tal senso. Dopodiché quella federale farà le sue riflessioni a proposito”. Insomma, si potrebbe fare. E l’Italia? Il sottosegretario agli interni Stefano Candiani ha però tagliato corto ai microfoni della tv svizzera: “Campione è territorio italiano. Punto”.

Leggi anche:  Educazione ambientale nelle scuole di Como

Il Comune mette in vendita il patrimonio

Intanto nel piccolo territorio che ruotava attorno all’economia generata dal Casinò, la situazione finanziaria è estremamente critica. Da lì l’avvio del procedimento per mettere in vendita il patrimonio. Nella lista, pubblicata sull’albo pretorio del Comune, gran parte di ciò che ha valore sul territorio: Villa Mimosa, l’area edificabile in zona campo sportivo, l’ex fornace Rosa Fresca, 11 appartamenti in locazione in via Cavernago, 12 appartamenti in locazione in via Gioscio, altri 11 in via Matteo, 14 in via Volta e 14 in via Riasc. E ancora l’immobile in Vicolo Nuovo dove c’è la sede del Cag, il locale dell’associazione ex Carabinieri in via Bezzola, un’area in via Marco e dei locali in via Bezzola che sono sede Apt.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU