I militanti della locale sezione di CasaPound Italia hanno ricordato oggi, mercoledì 10 ottobre, nell’anniversario della sua morte, la figura di Antonio Sant’Elia, celebre architetto di inizio ‘900 che nella città lariana ha avuto i natali.

A Como CasaPound commemora Sant’Elia e appende manifesti

“Dopo Sinigaglia e Terragni, vogliamo rivivificare la figura di un altro grande concittadino”.Per commemorare Sant’Elia è stata affissa una serie di manifesti evocativi in luoghi simbolici: “Una città per osare”, in prossimità del Monumento ai Caduti; “Una città per crescere”, presso l’asilo Sant’Elia; “Una città per costruire il futuro”, all’istituto tecnico Sant’Elia di Cantù.

“Era un genio”

“Genio visionario, capace di incarnare lo spirito del tempo senza esserne travolto – spiega il movimento della tartaruga frecciata – architetto innovatore che ha concepito la città del futuro; intrepido patriota, medaglia d’argento al valor militare e caduto nella Grande Guerra, Sant’Elia è un simbolo che non deve essere consegnato alla storia ma deve vivere nel cuore di ogni comasco che ancora crede negli ideali di Bellezza, Avanguardia e Amor di Patria. Con questa azione, come quelle che l’hanno preceduta e quelle che seguiranno – conclude CasaPound – vogliamo non solo omaggiare dei personaggi illustri, ma anche chiamare a raccolta i comaschi che, nei momenti più difficili, sono usi non perdere l’ardore della ricostruzione. Perché, fedeli al nostro ispiratore, crediamo nelle idee che diventano azioni”.

Leggi anche:  Pane fresco o conservato? Da domani lo sapremo dall'etichetta

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU