E’ Luca Donadeo per le 104 donazioni di sangue, volontario Avis in attività, esempio di contributo personale, prezioso, vitale e disinteressato alla comunità grandatese e non solo a vincere la Coccinella d’argento a Grandate.

Coccinella d’argento a Grandate

Premiato da Daniele Badà, presidente dell’associazione Grandate il mio paese. “Un grazie speciale alla redazione de La Coccinella parlante, sponsor unico dell’evento e che si appresta a spegnere le sue prime 10 candeline di attività – ha concluso Badà. Arrivederci all’edizione 2020 del nostro premio”.

Gli altri premiati

Alessandro Gatto – Ha ottenuto 178 preferenze sui 410 votanti (pari al 43,3% tra gli otto candidati) e per avere contribuito, con i suoi piatti, a rendere celebre il suo ristorante “Arcade” e Grandate tutta.

Melissa Bertoni – Menzione speciale per avere prontamente soccorso un automobilista coinvolto durante un grave incidente avvenuto a notte fonda nel gennaio 2019 sulla provinciale 35 dei Giovi, dimostrando senso civico e di soccorso al prossimo.

Achille Piatti – Premio speciale al più giovane candidato di tutte le 9 edizioni per l’impegno e la volontà di contribuire alla vita pubblica, un caloroso incoraggiamento a proseguire sulla strada della partecipazione alla vita democratica. Un dono è stato consegnato anche a tutto il Consiglio Comunale dei Ragazzi presente alla cerimonia accompagnato dalle maestre referenti del progetto CCR Susanna Camporini e Cristina Gorla.

Leggi anche:  Memoria: mostra e concerto per non dimenticare

Professoressa Raffaella Piatti – Menzione speciale per l’impegno e la professionalità dimostrata alla guida dell’Istituto Comprensivo Statale di Cucciago-Grandate-Casnate con Bernate. I Comuni di Grandate e Casnate erano rappresentati durante la cerimonia dai sindaci, Alberto Peverelli e Fabio Bulgheroni mentre il sindaco di Cucciago Claudio Meroni ha fatto pervenire una formula di saluto.