Coldiretti Lecco Como  dice #stopcibofalso.

#stopcibofalso

Con l’obbligo di indicare sede e indirizzo dello stabilimento di produzione o di confezionamento, la rintracciabilità dei prodotti ‘made in Como-Lecco’ non sarà più tabù nell’etichetta degli alimenti. E’ scattato, infatti, l’obbligo di indicare tali informazioni con l’entrata in vigore il 5 aprile del Decreto Legislativo 15 settembre 2017 n. 145.

Fortunato Trezzi

“La norma consente di verificare se un alimento è stato prodotto o confezionato in Italia.  L’84% dei consumatori  ritengono fondamentale conoscere, oltre all’origine degli ingredienti, anche il luogo in cui è avvenuto il processo di trasformazione. Questo è il risultato di una  consultazione on line del Ministero delle Politiche Agricole” sottolinea Fortunato Trezzi, presidente di Coldiretti Como Lecco.

Multe fino a 15mila euro

Con l’obbligo arrivano inoltre  anche le sanzioni.  In caso di inadempimentsi pagherà  da 2.000 euro a 15.000 euro, per la mancata indicazione della sede dello stabilimento. O anche se non è stato evidenziato quello effettivo nel caso l’impresa disponga di più stabilimenti

La petizione

“Si tratta di un importante risultato sulla strada della trasparenza che la nostra Organizzazione percorre da sempre a favore dei consumatori e a garanzia della salute dei cittadini. Ora, insieme allo stabilimento di lavorazione è necessario prevedere l’indicazione obbligatoria d’origine degli ingredienti . Oggiancora oltre 1/4 della spesa degli italiani è ancora anonima”.   Coldiretti Como Lecco, insieme alla Fondazione Campagna Amica continua sul la raccolta firme sulla petizione #stopcibofalso, Ciò  per chiedere al Parlamento Europeo che i consumatori abbiamo la possibilità di conoscere da dove arriva il cibo che portano in tavola.

Leggi anche:  Un weekend all’insegna del maltempo

Dove firmare

E’ possibile aderire alla raccolta firme presso tutte le sedi Coldiretti sul territorio (Como-Grandate, via Plino 1; Lecco, via T. Speri 2; Menaggio, via Cadorna 184; Merate, via Statale 11 e rivolgendosi alle imprese presenti presso i Mercati Agricoli di Campagna Amica di Cantù (il martedì in piazza Garibaldi), Meda (il mercoledì in piazza Cavour), Uggiate Trevano (il mercoledì in piazzale Europa) Giussano (il giovedì in via Cavour), Erba (il venerdì in via Carroccio), Mariano Comense (il sabato al parcheggio di Porta Spinola), a Olgiate Comasco (il 1°, 3° e 5° sabato di ogni mese in piazza Mercato), a Lomazzo (il 2° e 4° sabato di ogni mese in viale Somaini), ad Albavilla (la 2° domenica di ogni mese in piazza Garibaldi) e presso il nuovo Mercato Agricolo di Mandello del Lario, dove domenica prossima (15 aprile), in occasione dell’inaugurazione saranno presenti i responsabili di Coldiretti per la raccolta di firme.