Il tavolo tecnico con gli stakeholders del Lago di Como organizzato dall’assessore all’Agricoltura lombardo Fabio Rolfi con Alessandro Fermi (Forza Italia) e Fabrizio Turba (Lega) ha scatenato gli animi della minoranza. Sia il pentastellato Raffaele Erba che il Dem Angelo Orsenigo, rappresentanti delle minoranze in consiglio, denunciano l’esclusione dall’appuntamento.

>>Lago basso, agoni e nessun controllo sulle reti: la crisi del Lavarello è servita VIDEO<<<

Crisi del Lavarello, Orsenigo: “Noi esclusi dal dibattito”

“Il lavarello e la bondella sono tra i simboli del Lago di Como ed è necessario mettere in campo qualsiasi strategia per scongiurarne la scomparsa, ma a quanto pare è un problema che riguarda soltanto la maggioranza. Purtroppo sembra che a Como ci siano solo due forze politiche rappresentate in Consiglio regionale: la Lega e Forza Italia, dal momento che al tavolo tecnico che si è tenuto questa mattina sono stati invitati soltanto il sottosegretario Fabrizio Turba e il presidente Alessandro Fermi”.

Non le manda a dire il consigliere regionale del Partito Democratico Angelo Orsenigo in merito al tavolo tecnico relativo alle problematiche del lavarello nel lago di Como che si è tenuto questa mattina all’ufficio territoriale regionale con l’assessore all’Agricoltura Fabio Rolfi.

“Su temi di tale portata è necessario fare squadra ed è importante la partecipazione di tutti i rappresentanti territoriali, cosa che purtroppo oggi non si è verificata. Auspico che in futuro ci sia un maggiore coinvolgimento che potrà solo favorire il nostro territorio” conclude Orsenigo.