Corenno Plinio, piccolo derviese borgo affacciato sul lago in provincia di Lecco, diventa museo medievale. Da marzo, per visitare la località si dovrà pagare un ticket da 5 euro.

Corenno Plinio a pagamento

Era stato promesso dall’ormai primo cittadino Stefano Cassinelli durante la campagna elettorale. L’intento, con i fondi raccolti tramite i ticket, è di investire e migliorare il caratteristico borgo sulle sponde del lago. “Credo che debba diventare un museo a cielo aperto, va valorizzato ma servono risorse, e le amministrazioni non ne hanno a sufficienza. In questo modo ne guadagneranno tutti, soprattutto la piccola comunità di Corenno” ha commentato il sindaco.

Quando entrerà in vigore il ticket?

Il progetto partirà dal 29 marzo 2020. E’ già stata ordinata la biglietteria che verrà installata nella piazza. Il ticket riguarderà tutti i turisti che vorranno passare qualche ora o un’intera giornata a Corenno, sommersi dalla storia e dalla meraviglia paesaggistica che caratterizza il borgo. Saranno ovviamente esenti dal pagamento i residenti del comune di Dervio, i proprietari di seconde case e chi si trova nel paese ospite di una delle strutture ricettive.

Leggi anche:  Win For Life la dea bendata bacia Carimate

 

Cassinelli: “Io vado avanti”

Nonostante le critiche, il sindaco Cassinelli non demorde e continua nella convinzione che questo progetto non potrà che aiutare Corenno. “Comprendo perché le persone fatichino a capire questo progetto, ma è innegabile che il potenziale sviluppo turistico è enorme”. E se non funziona? “Si torna indietro, non stiamo costruendo un grattacielo. Se dovesse succedere ne avremo guadagnato un borgo ben allestito che resterà alla comunità”.

“E’ un’opportunità per creare posti di lavoro”

Per realizzare l’idea serve sicuramente personale. Inizialmente saranno i volontari che si occuperanno di gestire il flusso di turisti in ingresso e in uscita, ma la speranza del sindaco è un’altra. “Speriamo di poter fare presto anche dei contratti ai giovani, in fondo a questo serve accrescere il turismo: a creare posti di lavoro”.