Un contributo di 5,3 milioni di euro per valorizzare i laghi lombardi potenziando le infrastrutture, la portualita’ e la navigazione turistica e di linea. E’ quanto prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale su
proposta dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilita’ sostenibile, Claudia Maria Terzi. Oltre un milione di euro per il Lario tra Lecco e Como.

Finanziati 43 interventi

“Finanziamo 43 nuovi interventi – ha spiegato l’assessore Terzi – che saranno avviati e completati nell’arco del biennio 2018-2019 per un importo complessivo di 5.358.050  euro. Si tratta di stanziamenti destinati alle Autorita’ di bacino lacuale (laghi di Garda, Iseo, Maggiore, Lario e Ceresio) e ai Comuni rivieraschi. Il programma approvato include interventi che vanno dalla riqualificazione o di porti e pontili alla valorizzazione di passeggiate a lago, spiagge e piste ciclopedonali, dall’ammodernamento delle strutture per la navigazione pubblica di linea e da diporto alla realizzazione di parcheggi, fino al consolidamento delle sponde. Nel dettaglio vengono realizzate 8 nuove opere sul Lago Maggiore, 12 sul Lago d’Iseo, 5 sul Lago di Garda, 12 sul Lario e 6 sul Lago Ceresio, oltre a quelle gia’ in corso di realizzazione e precedentemente finanziate”.

Leggi anche:  Regione Lombardia premia il parrucchiere Antonio Carletti

Oltre un milione di euro per il Lario

Ecco nel dettaglio i progetti lecchesi e comaschi.

Rilancio dei laghi

“Attraverso queste opere – ha proseguito Terzi – diamo risposte alle istanze dei territori contribuendo ad attuare un’operazione di rilancio dei nostri laghi, con l’obiettivo di migliorare i servizi offerti ai cittadini e rafforzare l’attrattivita’ anche sotto il profilo turistico delle aree interessate. Questo provvedimento testimonia come la Regione riservi la massima attenzione, tramite azioni concrete, al tema della tutela e dello sviluppo dei laghi lombardi. Implementare una serie di infrastrutture, migliorandone decoro e funzionalita’, significa accrescere le potenzialita’ di zone che rappresentano un patrimonio di bellezza unico in Italia e in Europa, a vantaggio di residenti e
turisti”.