Da tempo mancava dal suo posto al Centro Sportivo San Pos di Grandate il defibrillatore. Dopo diverse sollecitazioni, anche attraverso il nostro giornale, lo strumento salvavita è tornato al suo posto.

Defibrillatore: tutto è bene quel che finisce bene

Un genitore grandatese aveva segnalato al consigliere Dario Lucca di “Grandate il mio paese” l’assenza del defibrillatore nel centro sportivo. Da lì era nata una interpellanza dello stesso al sindaco Monica Luraschi. Poi una foto su “La Coccinella Parlante” e un articolo sul nostro giornale. Alla fine miracolosamente il defibrillatore è tornato al suo posto.

“Questa è la potenza della comunicazione – ha commentato il consigliere Dario Lucca Tutto è bene quel che finisce bene. E per fortuna apprendo che il defibrillatore non è stato rubato come qualcuno aveva ipotizzato. Peccato che per ottenere qualcosa, o semplicemente delle risposte non difficili, bisogna sempre apparire come i polemici di turno o i polemici a tutti i costi. Ma se per far ricomparire anche il buon senso occorre fare così, mi adopererò per continuare su questa strada che è quella che permette di raddrizzare un po’ le cose anche nel nostro paesello e cercare di migliorare la situazione di un paese che mi sembra sempre più abbandonato al suo destino…”.

Leggi anche:  Che spettacolo il Giro di Lombardia. Il Comune: "Il piano della mobilità ha funzionato" FOTO

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU