L’ex chiesa San Francesco è in una condizione di degrado. Da quando è terminato il progetto “Emergenza freddo”, il luogo è ormai diventato un dormitorio per senzatetto.

Degrado all’ex chiesa San Francesco la Cgil: “Si apra un nuovo dormitorio”

Lo scorso venerdì 6 luglio, nel corso del Tavolo del Decoro Sociale, presieduto dal vicesindaco Alessandra Locatelli, l’Amministrazione ha deciso di adottare un provvedimento di pulizia straordinaria. “Ora – spiega Matteo Mandressi, segreteria Cgil Como –  non resta che trarre le giuste conseguenze, affrontando in termini sociali il problema dello stazionamento dei “senzatetto” sotto i portici di San Francesco. L’annunciata sanificazione dell’area viene coniugata, nelle parole degli assessori Locatelli e Galli, a un problema igienico sanitario. E’ quindi evidente che il comune di Como non può continuare a sostenere che quella sia una situazione normale. E’ tollerabile che un numero variabile di persone, tra venti e quaranta, non abbiano altra soluzione, nella civile Como, che passare le proprie notti all’ addiaccio sotto un portico? Siamo di nuovo a chiedere con forza, alla Giunta cittadina, di aprire un dormitorio pubblico che risponda definitivamente ad un’emergenza non più sostenibile”.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU