Dimissioni clamorose, il direttivo se ne va e apre un caso sulla Polisportiva partecipata dai Comuni di Albiolo, Cagno, Rodero, Valmorea e Bizzarone.

Dimissioni clamorose, lettera-sfogo

Lettera per dire addio. Lettera per esternare tutta la delusione dopo anni di lavoro all’insegna del volontariato. Caso aperto in seguito alla manifestazione di interesse per la gara d’appalto per l’affidamento del centro sportivo Intercomunale sito in Cagno. E dopo aver preso visione del capitolato. Da qui la lettera in cui il presidente e i consiglieri, tra cui l’ex medico sociale del Milan Rodolfo Tavana, attualmente al Torino, dicono stop. Praticamente reputano che non vi siano più le condizioni per potere proseguire la collaborazione in virtù delle responsabilità patrimoniali all’accettazione del bando e relativo capitolato come è emerso dalle informazioni ricevute dal legale interpellato.

Lo sfogo: “Ci aspettavamo più rispetto”

“Con forte rammarico e con altrettanto senso di responsabilità tutto l’organo decisionale dell’Asd Polisportiva Intercomunale lascia il proprio incarico al fine di permettere che l’attività della stessa possa proseguire sotto la guida di un altro consiglio direttivo. Dopo tanti anni di operato a titolo volontario il Consiglio si aspettava un comportamento più rispettoso da parte del presidente del Consorzio Costruzione e Gestione Impianti sportivi. Appare inaccettabile sotto il profilo sostanziale che il Consiglio direttivo e il presidente, tutte persone volontarie dell’Asd Polisportiva Intercomunale, ente senza fini di lucro che persegue scopi di utilità sociale debbano essere gravato in questo modo”. Poi le firme: Fabrizio Nolesini, presidente. Rodolfo Tavana, vicepresidente. Valerio Peverelli, segretario, e i consiglieri Luciano Bulgheroni, Ruggero Corti, Filippo D’Ambra, Gabriele Gatti, Roberto Masiero, Lorenzo Vismara e Giovanni Taiana.